Albero di Natale sul monumento ai caduti a Polla. Il sindaco all’associazione dei Caduti: “Fatto increscioso, non accadrà più”

Torniamo a occuparci della vicenda dell’albero di Natale allestito sul monumento ai caduti di Polla che ha scatenato polemiche e proteste. Tra le varie proteste anche quella dell’associazione nazionale famiglie dei caduti e dispersi di guerra che ha accusato – in una lettera – il sindaco di Polla, Rocco Giuliano, di poca sensibilità e chiedendo che il fatto non venga più ripetuto. Il primo cittadino ha risposto all’associazione parlando di “increscioso episodio”. Nella missiva il sindaco  garantisce che “l’accaduto rimarrà un isolato e increscioso episodio che si è generato a causa di una mera disattenzione della ditta incaricata degli addobbi natalizi”. Giuliano assicura il sostegno dell’Amministrazione comunale al ricordo dei caduti nelle guerre. “Mai è mancato il doveroso rispetto e ricordo ai caduti che, con il loro sacrificio, hanno contribuito alla nostra Libertà e alla Democrazia del nostro Paese”. E poi il sindaco ricorda. “A Polla oltre al monumento ai caduti vi è anche il Parco della Rimembranza dotato di numerosi cippi che ricordano il sacrificio estremo di tanti eroici concittadini che perirono nei due conflitti mondiali”. Giuliano aggiunge anche che nel 2015 “abbiamo sentito il dovere di ricordare i nostri eroi a 100 anni dalla Grande Guerra, dedicando loro una intera settimana di commemorazioni con il coinvolgimento degli studenti e l’allestimento di una mostra storica. Inoltre è stata inaugurata la sezione caduti di Polla in locali del Comune alla presenza del presidente provinciale e del vice presidente dell’associazione stessa, un pollese orfano di guerra”. Ma Giuliano chiude la lettera ribadendo la gratitudine verso i Caduti di guerra ma anche sottolineando che chi ha segnalato il caso all’associazione nazionale lo abbia fatto – secondo quanto sostenuto da Giuliano – per “misera speculazione politica”.

Notizia letta 10 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>