Di Brizzi: “Il declassamento di oculistica è un disegno noto da anni”

Con un comunicato stampa Valentino Di Brizzi, Vice Coordinatore Provinciale PDL, entra a gamba tesa nella vicenda del declassamento del reparto di Oculistica all’Ospedale Luigi Curto di Polla. Di seguito riportiamo il contenuto intero del comunicato a firma di Di Brizzi.

“Nel Vallo di Diano si sta consumando una lenta eutanasia” …. un disegno orchestrato e diretto da abili politici di altri territori a vantaggio di territori limitrofi (della stessa Provincia o di Regioni confinanti) con l’aiuto abile e disinvolto dei politici del nostro territorio, che pur di accaparrarsi una candidatura o un incarico ci convincono che stiamo scegliendo “il male minore”!!! È ora di dire BASTA …. non ci resta altro da difendere se non l’Ospedale e non dobbiamo nè possiamo consentire che ce lo portino via a pezzi … lasciandolo morire in silenzio ed un po’ alla volta! Il declassamento del reparto di oculista non è un lampo all’improvviso, ma frutto di un disegno già noto da molti anni…. da quando, ad esempio, i macchinari … per strane vicende burocratiche si fermavano ad Eboli, come il Cristo di Carlo Levi!!! È ora di REAGIRE …. Noi non crediamo assolutamente che i politici del PD che oggi si dicono indignati non ne sapessero nulla. Siamo certi, invece, che questi sono a conoscenza di tutto e che queste persone, che sono parte del sistema da molti anni, sanno bene a cosa ci stanno portando. Loro che si vantano di essere i rappresentanti ed i riferimenti del Presidente De Luca abbiano uno scatto di orgoglio e si battano per far ripristinare L’Unità Complessa nel reparto di oculista… Le battaglie si vincono partendo dalle piccole guerre! Il Vallo di Diano non può più scendere a compromessi!!!!

Notizia letta 146 volte

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>