Angelo Ferraioli e Pino Paladino, gli eroi del mare. Accomunati dallo stesso destino e da una data: l’11 agosto

L’11 agosto è un giorno che accomuna due tragedie: la morte di due padri, annegati per salvare in mare altre vite umane. Ieri la tragedia avvenuta a Santa Marina di Castellabate, nella quale ha perso la vita Angelo Ferraioli, 51enne originario di Nocera Inferiore che non ha esitato a buttarsi in acqua per salvare la figlia 16enne  la quale non riusciva a tornare più a riva dopo che si era allontanata con un materassino a largo. Angelo Ferraioli era sulla spiaggia di Santa Marina insieme alla famiglia. Era un noto professionista e senza indugio ha perso la vita buttandosi nel mare agitato. In suo soccorso anche una motovedetta della capitaneria, che a causa delle acque in tempesta si è ribaltata provocando il ferimento di tre persone. Era sempre l’11 agosto, ma del 2013, quando Pino Paladino, noto avvocato di Sala Consilina perse la vita a soli 45 anni nelle acque di Centola- Palinuro, in località Saline, poiché non esitò a tuffarsi in mare, che quel giorno era particolarmente agitato, per tentare di salvare tre vite umane. Tre vite strappate ad una morte certa, mentre purtroppo l’avvocato in quel mare in tempesta ha lasciato la sua. Anche Pino Paladino era in spiaggia con la famiglia. Anche Pino Paladino ha lasciato una moglie ed il piccolo Jacopo ai quali nel febbraio del 2014 è stata consegnata una medaglia d’oro al merito alla memoria dell’avvocato Paladino dalla Croce Rossa Italiana. Pino Paladino era amato e stimato tra i colleghi tanto che questi ultimi hanno voluto dedicargli un premio il “Premio Avvocato Pino Paladino”, organizzato dagli avvocati Antonio Rienzo e Katia Di Palma e che quest’anno è stato assegnato al giovane avvocato Luciano Melchionda.

Due professionisti, due padri di famiglia , accomunati dallo stesso destino e da quell’11 agosto che i loro familiari ricorderanno come un giorno tragico e di grande dolore in cui hanno perso la vita soprattutto due grandi uomini.

Notizia letta 759 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>