Tribunale di Vallo della Lucania a rischio. Valiante: “Il Vallo di Diano faccia fronte comune con noi”

Farà di certo discutere una intervista rilasciata ai microfoni di Radio Alfa da  Simone Valiante sul rischio di chiusura del Tribunale di Vallo della Lucania. L’onorevole ha parlato con il collega Lorenzo Peluso in merito al rischio della soppressione e soprattutto “richiamato” il Vallo di Diano a fare fronte comune altrimenti si rischierebbe di fare una “Guerra tra ipoveri”. Diverse le dichiarazioni di “unione” e “coesione” da parte di Valiante.

“Sono stato quasi l’unico – dice tra le altre cose nell’approfondimento radiofonico – con pochissimi politici del Vallo di diano contro la soppressione dell’Asl3, poi dalla Sanità sono passato al tema della Giustizia e alla difesa dei Tribunali. In questi anni, però, la Politica ha portato avanti una guerra dei poveri tra Cilento e Vallo di Diano e nel frattempo continuiamo a subire. A Vallo della Lucania – ha ancora detto – rischiamo a fare la fine del Tribunale di Sala Consilina, per il quale mi sono battuto ma resta invece la divisione. Vallo della Lucania non difende il Vallo di Diano e viceversa e quindi non facciamo fronte comune”.

Valiante elogia l’opera di Tommaso Pellegrino ma critica la politica valdianese (“gran parte di essa”) sulla mancanza di vera unione territoriale anche con Vallo della Lucania.

Chissà cosa ne penseranno nel Vallo di Diano anche in considerazione della sempre presente critica di “soggezione” del territorio a Vallo della Lucania.

 

Qui l’intervista di Lorenzo Peluso e Simone Valiante.

http://www.radioalfa.fm/tribunale-di-vallo-della-lucania-futuro-incerto-intervista-al-deputato-simone-valiante/

Notizia letta 614 volte

1 Response

  1. Salvatore scrive:

    Dove era onorevole quando il Vallo di Diano aveva bisogno di lei???
    O quando non si perdeva occasione di togliere al Vallo di Diano per portare a Vallo della Lucania???
    Poi, onestamente, se proprio non deve essere Sala Consilina, Lagonegro è tanto più comodo di Vallo!!!
    Ognuno per se… Dio per tutti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>