Lettera-appello dei volontari del 118 della Provincia di Salerno: le precisazioni dell’associazione New Geo di Sapri

Riceviamo e pubblichiamo le precisazioni dell’associazione di volontariato New Geo di Sapri: 

“L’associazione di volontariato New Geo di Sapri, in riscontro all’articolo che a firma di Pasquale Sorrentino pubblicava una lettera che sarebbe stata sottoscritta da numerosi volontari del 118 della provincia di Salerno, per il tramite dell’avv. Laura Guida, fa sapere quanto segue:

Leggiamo con sgomento e incredulità la lettera riportata nell’articolo del 19.12.2017 con cui unitamente ad altre associazioni di volontariato operanti nella provincia di Salerno, l’Associazione New Geo di Sapri veniva additata come un’associazione che approfitterebbe della “disperazione di operatori pseudovolontari retribuiti a rimborso spese”.

Nessuno degli operatori della New Geo  ha mai sottoscritto alcuna lettera di protesta o altro; gli operatori della New Geo sono tutti volontari aventi diritto esclusivamente ad un rimborso spese predeterminato, non svolgono alcuna attività lavorativa che possa giustificare la corresponsione di  una retribuzione. Si tratta di uomini e donne che mettono a disposizione gratuitamente  il loro tempo libero. La nostra  è un’associazione di volontariato che non “sfrutta” nessuno ma che, anzi, effettua spesso interventi a titolo completamente gratuito, senza nemmeno chiedere il dovuto rimborso spese agli assistiti più indigenti. La New Geo, pertanto, ha già dato incarico al suo difensore, avv. Laura Guida, di intraprendere le azioni legali del caso”.

Notizia letta 359 volte

9 Responses

  1. Carmelo scrive:

    Mi piacerebbe conoscere cosa si intende per tempo libero messo a disposizione dell’associazione; se ,inoltre,per tempo libero si intende l’impiego di autisti soccorritori soccorritori a turni di 12 ore su postazioni di emergenza o l’utilizzo di infermieri dipendenti ASL in turno sempre a 12 ore .Se non sbaglio le Associazioni di Volontariato devono dare accesso al bilancio,mi chiedo perche non pubblicarlo ? Magari a dimostrazione di un vero Volontariato. Ricordo che “L’attività svolta da volontari “deve intendersi quella prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, tramite l’organizzazione di cui il volontario fa parte, senza fini di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà nel tempo libero”

  2. Carmelo scrive:

    Mi piacerebbe conoscere cosa si intende per tempo libero messo a disposizione dell’associazione; se ,inoltre,per tempo libero si intende l’impiego di autisti soccorritori soccorritori a turni di 12 ore su postazioni di emergenza o l’utilizzo di infermieri dipendenti ASL in turno sempre a 12 ore .Se non sbaglio le Associazioni di Volontariato devono dare accesso al bilancio,mi chiedo perche non pubblicarlo ? Magari a dimostrazione di un vero Volontariato. Ricordo che il volontariato è un’attività di aiuto messa in atto da una persona per altruismo e supporto verso si intende una persona

  3. carmelo scrive:

    Per quanto riguarda il personale infermieristico si tratta realmente “…Di uomini e donne che mettono a disposizione gratuitamente il loro tempo libero…? ” , o di personale talvolta anche dipendente che effettua turni a 12 – 24 ore retribuiti a nero? Chiedo chiaramenti.

  4. Luca scrive:

    Buona sera. Sono un volontario  che presta servizio facendo i bistrattati  turni di 118 . Vorrei sapere perché tanto accanimento sulle Associazioni di volontariato che effettuano da anni servizi   gratuiti alla popolazione . Forse perché da poco l ASL (SA) ha bandito un bando con un considerevole incremento economico e la cosa fa gola ? Preoccupazione x i  volontari o mero interesse da parte di qualcuno? Ai lettori la risposta

  5. Camillo scrive:

    Le associazioni di volontariato devono sparire,perché 4/5 persone guadagnano sul lavoro di 40/50!!..Leggo che gli operatori non svolgono alcuna attività lavorativa che possa giustificare la corresponsione di una retribuzione..uomini e donne mettono gratuitamente il loro tempo libero….si sii come no..12 ore di lavoro al giorno come se uno non avesse niente da fare tutto il giorno…vi ricordo che noi siamo dei professionisti e in caso di artefatti rispondiamo davanti ad un giudice….la professionalità deve essere pagata e tutti gli infermieri e autisti devono essere retribuiti degnamente secondo il contratto nazionale.

  6. Camillo scrive:

    Le associazioni di volontariato devono sparire,perché non è giusto che 4/5 persone devono guadagnare sul lavoro onesto di 40/50. Leggo che gli operatori non svolgono alcuna attività lavorativa che possa giustificare la corresponsione di una retribuzione…uomini e donne mettono gratuitamente il loro tempo libero…certo come no 12 ore di lavoro al giorno come se non avessimo niente da fare tutto il giorno…! Vi ricordo che noi siamo degli operatori professionisti e come tali in caso di artefatti rispondiamo davanti ad un giudice.Il professionista deve essere pagato che ha delle responsabilità e quindi infermieri ed autisti devono essere assunti e retribuiti degnamente secondo il contratto Nazionale.

  7. Niko scrive:

    Lavoro da oltre 3 anni come infermiere 118 e posso garantire da quanto ne so parlando con tutti gli autisti ed infermieri che prestano servizio sulle postazioni del vallo di diano e cilento che nessuna associazione rispetta il solo rimborso spese che per legge dice che un volontario non può guadagnare oltre i 150 euro mensili,o meglio che per figurare come volontario e che non effettua quest tipo di prestazione come un vero e proprio lavoro non deve superare un reddito annuale che va da 5000 a 7000 euro ,ma molto spesso va ben oltre .Le associazioni pagano tramite assegno bancario (rintracciabili facilmente sui conto correnti dei pseudo volontari)somme che vanno dai 400/600 euro mensili per quanto riguarda un autista soccorritore che lavora a pieni turni e tra i 800/1200 euro mensili ad un infermiere professionale che lavora anch esso a pieni turni,con questo non voglio puntare il dito contro a nessuna associazione ma è ridicolo sentir dire che esistono volontari che lavorano a turni di 12 ore senza alcun rimborso o meglio addirittura gratuitamente … leggendo il primo articolo di questo argomento e la risposta al primo articolo non posso che concordare a pieno con le precise parole di come funziona veramente questo servizio con la lettera del primo articolo… ma penso anche che in questo caso la vera colpa sia della regione e dell asl di questo territorio per quanto riguarda il mal funzionamento del servizio che voglio ricordare che esso dovrebbe essere la porta di ingresso della sanità… quindi invito chi di competenza nei così detti piani superiori ( regione asl e politici compresi) di attrezzare innanzitutto di devices che per legge devono essere presenti sulle ambulanze che attualmente non ci sono e di formare e regolarizzare al meglio gli infermieri sull utilizzo dei vari dispositivi e gli autisti soccorritori per quanto riguarda le proprie competenze, tutto questo per ottenere e pretendere da chi svolge questo importante servizio professionalità e competenza a favore dei cittadini perché questo è lo scopo dell emergenza 118 sul territorio…

  8. Nico scrive:

    PEDRO StadiumLavoro da oltre 3 anni come infermiere 118 e posso garantire da quanto ne so parlando con tutti gli autisti ed infermieri che prestano servizio sulle postazioni del vallo di diano e cilento che nessuna associazione rispetta il solo rimborso spese che per legge dice che un volontario non può guadagnare oltre i 150 euro mensili,o meglio che per figurare come volontario e che non effettua quest tipo di prestazione come un vero e proprio lavoro non deve superare un reddito annuale che va da 5000 a 7000 euro ,ma molto spesso va ben oltre .Le associazioni pagano tramite assegno bancario (rintracciabili facilmente sui conto correnti dei pseudo volontari)somme che vanno dai 400/600 euro mensili per quanto riguarda un autista soccorritore che lavora a pieni turni e tra i 800/1200 euro mensili ad un infermiere professionale che lavora anch esso a pieni turni,con questo non voglio puntare il dito contro a nessuna associazione ma è ridicolo sentir dire che esistono volontari che lavorano a turni di 12 ore senza alcun rimborso o meglio addirittura gratuitamente … leggendo il primo articolo di questo argomento e la risposta al primo articolo non posso che concordare a pieno con le precise parole di come funziona veramente questo servizio con la lettera del primo articolo… ma penso anche che in questo caso la vera colpa sia della regione e dell asl di questo territorio per quanto riguarda il mal funzionamento del servizio che voglio ricordare che esso dovrebbe essere la porta di ingresso della sanità… quindi invito chi di competenza nei così detti piani superiori ( regione asl e politici compresi) di attrezzare innanzitutto di devices che per legge devono essere presenti sulle ambulanze che attualmente non ci sono e di formare e regolarizzare al meglio come già da anni funziona in altre regioni d Italia gli infermieri sull utilizzo dei vari dispositivi e gli autisti soccorritori per quanto riguarda le proprie competenze, tutto questo per ottenere e pretendere da chi svolge questo importante servizio professionalità e competenza a favore dei cittadini perché questo è il vero scopo dell emergenza 118 sul territorio…

  9. Anonimo scrive:

    Con grande ipocrisia ed a danno di due categorie ,autisti soccorritori ed infermieri, si parla di sgomento ed incredulità sull’impiego del volontariato nel sistema di emergenza territoriale ; si parla poi di rimborso spese predeterminato; chiedo cosa significa rimborso spese predeterminato?
    Cosa si intende Mettere a disposizione uomini e donne nel proprio tempo libero? Si intende forse L a turnazione a 12 o più ore come facilmente dimostrabile su postazioni di emergenza o l’utilizzo di infermieri dipendenti nel giorno di riposo cosiddetto biologico?
    Speriamo che la New Geo Associazione che si sente toccata nel vivo possa dimostrare nelle sedi competenti la sua modalità di volontariato.Siamo in grado di produrre documentazione che il suo volontariato non è diverso da quello di tutte le altre Associazioni di volontariato

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>