Bambini e cavalli: torna “Happy Horse”, il progetto di Ippoterapia sostenuto dalla Banca del Cilento

Nella splendida location della Scuderia Gargano, alle pendici del Monte Balzata di Sala Consilina, torna per il secondo anno consecutivo l’originale iniziativa che mette insieme bambini e cavalli nel segno della gioia e della felicità.

“Happy Horse” il titolo del progetto di Ippoterapia inclusiva ideato dall’Istituto Comprensivo Giovanni Camera di Sala Consilina, guidato dal dirigente scolastico Pietro Mandia, su iniziativa del docente Giuseppe Gargano, e che ha avuto anche in questa seconda edizione il sostegno della Banca del Cilento, di Sassano del Vallo di Diano e della Lucania ed il patrocinio del Comune di Sala Consilina. L’iniziativa, riservata agli alunni iscritti all’Istituto Camera, rappresenta uno strumento integrativo ed educativo importante dal punto di vista sociale e terapeutico. Entusiastica l’adesione dei bambini che, in orario pomeridiano, hanno potuto interagire e fare amicizia con i cavalli in piena sicurezza.

HAPPY HORSE 2 BANCA DEL CILENTO ce008822-0e9c-44be-9373-846495c9d2c8

Fondamentale il sostegno conferito all’iniziativa dalla Banca del Cilento: “Lo scorso anno -spiega la vice presidente vicaria Rosa Lefante- abbiamo lanciato questo progetto inedito nel nostro territorio, ed il suo successo è stato contagioso: tanto che è arrivato all’attenzione del Provveditorato di Salerno, ed è stato replicato in altre scuole salernitane. Ovviamente quest’anno abbiamo confermato il nostro appoggio, perché l’ippoterapia negli ultimi anni sta avendo ottimi riscontri, non soltanto dal punto di vista fisico ma anche da quello psicologico, in particolare per i bambini. Siamo quindi molto contenti che questo progetto continui ad entusiasmare i bambini delle scuole medie di Sala Consilina”.

d9e0a7ec-924f-4115-b8ef-8ca31da5f0e9

Soddisfazione anche dal sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone: “L’equitazione è un bellissimo sport –ha evidenziato- anche se difficilmente praticabile nelle nostre zone, e proprio per questo bisogna ancora di più applaudire questa iniziativa utile non solo a far socializzare i ragazzi ma anche ad avvicinarli a questo tipo di sport e ai cavalli”. A rappresentare l’Istituto Comprensivo Giovanni Camera il referente di progetto Antonio Gallo: “Inizialmente era partito come un progetto di inclusione per gli alunni diversamente abili e con bisogni educativi specifici, ma poi le tante richieste dei ragazzi e delle famiglie ci hanno spinto ad allargarlo a tutti gli alunni”. “I cavalli -spiega Giuseppe Gargano, ideatore del progetto- sono animali speciali e le loro “proprietà curative” sono state osservate sin dai tempi antichi. Hippo è la parola greca per cavallo ed ippoterapia significa l’utilizzo terapeutico del cavallo”. 

Notizia letta 476 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>