Il “Premio Imprese Storiche Salernitane” a 4 aziende valdianesi: Camera di Commercio e Monte Pruno insieme per l’imprenditoria

Ci sono anche 4 aziende del Vallo di Diano tra le Imprese Storiche Salernitane a cui la Camera di Commercio tra quelle premiate oggi dall’ente camerale. La cerimonia si è tenuta al Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno. Un premio che nasce anche dalla collaborazione dell’ente camerale con la Banca Monte Pruno. La Camera di Commercio ha siglato, infatti, con l’istituto di credito diretto dal direttore generale Michele Albanese un accordo finalizzato  alla valorizzazione delle imprese storiche della Provincia di Salerno. Nell’ambito del “Premio imprese Storiche Salernitane” quattro aziende del territorio hanno ricevuto un riconoscimento assegnato alle imprese salernitane che hanno una storia di lunga durata in termini di tempo e di contributo allo sviluppo economico del territorio in cui operano. La premiazione è stata preceduta  dall’ incontro-dibattito meglio noto come “Giornata dell’Economia”, l’iniziativa annuale con cui il sistema camerale presenta e analizza i dati economici sugli andamenti e le modifiche della struttura imprenditoriale, occupazionale e professionale locale, nonché del relativo impatto in termini di reddito prodotto e di perfomance sui mercati esteri. Dal “Rapporto sullo stato dell’Economia provinciale” elaborato dalla Camera di Commercio emerge che la ricchezza complessivamente prodotta in provincia di Salerno nel 2017 è di oltre 18 miliardi di euro correnti. Il valore aggiunto procapite della provincia di Salerno è di 16,7mila euro, in linea con il dato medio regionale, ma decisamente inferiore al dato medio nazionale, che raggiunge i 25,4mila euro.

Circa la dinamica imprenditoriale, nel 2017 l’anagrafe delle imprese della provincia di Salerno registra un saldo positivo pari a +1.510 unità, dato dalla differenza tra 7.610 iscrizioni e 6.100 cessazioni. Prosegue la crescita delle attività dei servizi, in particolare quelli destinati alle imprese e dei servizi di alloggio e ristorazione. Circa il commercio con l’estero, nel 2017 il valore delle esportazioni salernitane di merci segna un aumento del 4% rispetto al 2016. Sul fronte lavoro: nel 2017 in provincia di Salerno il numero di occupati risulta pari a 353mila, stabile rispetto a quanto registrato nel 2016. Contestualmente si riducono di circa 8mila le persone in cerca di lavoro, passando in valore assoluto da 75mila a 67mila (-10,4% la variazione annua). Risultano di conseguenza in diminuzione le forze lavoro della provincia, cioè il totale delle persone che lavorano e che sono attivamente in cerca di occupazione (-1,8%). Ciò emerge dall’indagine sulle Forze di Lavoro effettuata periodicamente dall’Istat.

Turismo: sulla base dei dati tratti dall’indagine internazionale sul turismo realizzata dalla Banca d’Italia, il 2016 è stato un anno in ascesa rispetto al precedente, per quanto riguarda i viaggiatori stranieri che si sono diretti in provincia di Salerno, passati dai 469mila del 2015 ai 671mila del 2016 (+43,1%). Risulta cresciuto, sebbene in misura più moderata, anche il numero di pernottamenti dei viaggiatori stranieri, passati da 2,6milioni a 3,3milioni nel 2016 (27,8%).

Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, genera nella provincia di Salerno, circa 652,3milioni di euro, equivalenti al 3,8% del valore aggiunto provinciale. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione, dando lavoro a quasi 15mila persone, che rappresentano il 4% del totale degli occupati in provincia.  La cultura è uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che più alimentano la qualità e la competitività del made in Italy. Il valore prodotto dalle filiere del settore “attiva” altri settori dell’economia che beneficiano di cultura e creatività, a cominciare dal turismo. È quanto emerge dal Rapporto 2017 “Io sono cultura – l’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi”, elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere.

Partendo dall’analisi della raccolta bancaria, va evidenziato che nella provincia di Salerno, nel 2017, il totale dei depositi bancari e dei risparmi postali raccolti dal sistema bancario ammonta a quasi 18 miliardi di euro. Si tratta di quasi il 20% del totale regionale pari complessivamente a più di 90 miliardi. Dal punto di vista dinamico, si registra una tendenza positiva, visto che negli ultimi dodici mesi, il totale dei depositi raccolti dagli istituti bancari ha registrato un incremento del +2,4%.

Notizia letta 374 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>