Salerno: porto, la Guardia di Finanza di Salerno e l’Agenzia delle Dogane sequestrano 4.984 lampade “uv” per la ricostruzione delle unghie, provenienti dalla Cina, ritenute dall’Istituto Nazionale del marchio di qualità (IMQ) pericolosi.

Nell’ambito del contrasto ai traffici illeciti presso il porto commerciale cittadino da parte del 2° Nucleo Operativo  del Gruppo Guardia di Finanza di Salerno, in collaborazione con la locale Dogana, a tutela della legalità e dei consumatori, i militari delle Fiamme Gialle, appartenenti al Nucleo Analisi Documentale, e i funzionari dell’Ufficio Analisi dei Rischi della Dogana, hanno individuato un container, proveniente dalla Cina, carico di lampade ultraviolette utilizzate per la ricostruzione delle unghie importate da una società del napoletano. Il controllo fisico degli articoli, sui quali era stata apposta la marcatura “CE”, la cui presenza garantisce ai consumatori che il bene sia conforme alle disposizioni comunitarie che prevedono il suo utilizzo dalla progettazione, alla fabbricazione, all’immissione sul mercato, alla messa in servizio del prodotto, ha permesso di accertare che detta merce non era conforme alle direttive comunitarie nel comparto sicurezza dei prodotti. Detta irregolarità è stata accertata dall’Istituto Nazionale del Marchio di Qualità (IMQ), dopo un approfondito esame, necessario per il riscontro dei requisiti in materia di sicurezza. Le lampade UV risultate pericolose sono state sottoposte a sequestro penale e l’importatore è stato denunciato per violazione di presunzione e valutazione di sicurezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#