Sala Consilina (SA): la fine del mondo???? pensieri e parole degli studenti dell’ITIS.

Della fine del mondo se ne è fatto un gran parlare: allineamenti eccezionali di pianeti, impatto di asteroidi con la Terra, tsunami. Alla fine, tutte le ipotesi espresse in questi anni si sono rivelate delle bufale. Quello che tuttavia nessuno si è chiesto è come stanno vivendo il 21 dicembre i Maya, la popolazione da cui deriva la profezia. Come l’inizio di una nuova era, non la fine di tutto. Diversamente da quanto si possa pensare, per gli antichi Maya la data incriminata si riferiva alla fine di un bak’tun, un periodo di 144 mila giorni, non all’Apocalisse. Il significato del calendario Maya è stato erroneamente interpretato negli ultimi anni e nonostante le rassicurazioni da parte di studiosi, astronomi e scienziati non c’è stato modo di fermare il flusso di turisti verso il Messico. Appassionati, credenti o semplici cuori: la penisola dello Yacatan e i siti archeologici del Centro America sono stati invasi da migliaia di persone. Complice anche il governo messicano, che ha approfittato dell’attenzione mediatica per promuovere il 2012 come anno della cultura Maya e fare pubblicità alle proprie località turistiche.A questo si aggiungono libri come: “2012 cose da fare prima della fine del mondo” , dove sono stati raccolti i tweet più belli per arrivare alla fine senza rimpianti. Ma noi senza indugi lo abbiamo chiesto agli studenti dell’ITIS di Sala Consilina, dove chi più e chi meno ha una teoria particolare sul 21-12-2012.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *