Campania/Turismo: prenotazioni ok per Epifania ma necessario sinergia pubblico/privato e superare fase di emergenza.

Riceviamo e pubblichiamo:

Campania/Turismo.  Prenotazioni garantite anche in questo ultimo week end delle feste natalizie in Campania. L’Epifania vede un interessante trend di conferme di pernottamento in tantissime strutture ricettive extralberghiere della regione, complice anche il meteo favorevole sono molti gli italiani e stranieri che soggiorneranno nelle maggiori località turistiche. Interessante il dato di Napoli che si conferma meta privilegiata di città d’arte e per fare shopping approfittando dei saldi avviati in anticipo lo scorso 2 gennaio. Ma bene anche la Penisola Sorrentina, la chiusura di alcuni alberghi ha consentito il sold out in molti b&b ed affittacamere non solo a Sorrento ma anche a Massa Lubrense. Conferme giungono anche dalla Divina Costiera Amalfitana, sono molte le strutture extralberghiere che ospiteranno italiani ma anche tanti stranieri perlopiù europei, si registrano presenze anche di russi e di americani mentre avanzano le novità di prenotazioni di indiani. Interessante il dato di Salerno mentre si riducono sempre più i soggiorni nelle mete culturali come Pompei,Ercolano e Paestum che anche in questo periodo si affermano molte affollate per il turismo escursionistico ma con pernotti molti ridotti. Più positivo rispetto al periodo natalizio  il riscontro dai gestori dell’area cilentana soprattutto nella zona costiera. “Nonostante la crisi il turismo in questa regione nel periodo natalizio ha tenuto – conferma il presidente Abbac Agostino Ingenito – Ma si è ridotto il pernottamento ormai siamo ad una media di una notte e mezza, troppo poco per favorire maggiormente l’indotto e garantire  introiti verso le imprese del settore ”. Per Ingenito che è anche presidente nazionale Aigo è necessario avviare un sano confronto con l’amministrazione regionale per intraprendere un’autentica azione di rilancio. “Va avviata una sana concertazione e lavorare sulla programmazione, non possiamo derogare dal garantire servizi di trasporto e di sicurezza oltre che rilanciare l’attività promozionale lavorando in sinergia”. Nelle proposte di Abbac Confesercenti c’è la necessità di superare i problemi relativi alla mancata funzionalità degli enti di promozione turistica ancora commissariati e di realizzare un’autentica cabina di regia pubblico/privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#