Salerno: aeroporto ‘Costa d’Amalfi’, Giudice (Cisl Salerno): “Bene il pugno di ferro della Camera di Commercio contro gli Enti morosi”.

SALERNO – Aeroporto ‘Costa d’Amalfi’, la Cisl Salerno condivide il pugno di ferro della Camera di Commercio contro gli Enti morosi. “Il rispetto delle regole è l’unico modo per permettere al nostro scalo il decollo definitivo”, ha affermato il segretario generale, Giovanni Giudice. “È giusto, dopo le buone notizie ricevute dal ministero delle Infrastrutture e dall’Enac, che ci si appelli al buon senso delle istituzioni non pensando alle beghe di partito o a interessi di bottega. La strada dell’aeroporto è tracciata, adesso bisogna solo seguirla”. Un Giudice che, quindi, condivide in pieno il pensiero di Arzano che, in tempi non sospetti, si era appellato ai parlamentari salernitani e ora è ritornato alla carica chiedendo una mano ai candidati delle prossime Politiche: “È giusto invocare una mano. Il ruolo dei parlamentari è quello di portare al Governo le istanze del territorio e credo che, almeno per il momento, l’aeroporto ‘Costa d’Amalfi’, insieme alla metropolitana leggera di Salerno, sia un’infrastruttura indispensabile per lo sviluppo della città capoluogo e della sua provincia”. Giudice, dunque, auspica che si possa stabilire un clima di costruttiva collaborazione per consentire una programmazione a lungo termine della vita societaria e la certezza degli investimenti necessari per i programmi di sviluppo e la vita dell’aeroporto salernitano. Una condizione necessaria per il segretario generale del sindacato di via Zara, visti i prossimi scenari che prevedono ingenti investimenti di potenziamento sullo scalo di Pontecagnano Faiano. “Mi auguro che si apra una fase nuova nella quale si lavori alacremente per lo sviluppo del ‘Costa d’Amalfi’ e per consentirgli, finalmente, di connettersi intermodalmente con le altre modalità di trasporto e mobilità per divenire pienamente il volano di sviluppo non solo della nostra provincia, ma anche di tutto il Mezzogiorno. In questo contesto sarà fondamentale il pieno coinvolgimento delle organizzazioni sindacali sia nella programmazione delle future attività sia nel progetto complessivo di gestione dello scalo. Salerno ha tutte le carte in regola per diventare l’hub del Sud: posizione, bacino d’utenza e fa gola alle compagnie di volo. Si tratta di mantenere una grande opportunità per il turismo nel territorio salernitano, specie in un momento difficile per la nostra economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *