Censimento della popolazione Istat: Salerno a quota 132mila. Cala il numero di residenti.

Secondo il quindicesimo censimento della popolazione effettuato dall’Istat, Salerno resta la seconda città della Campania più abitata: 132mila i residenti secondo la rilevazione effettuata in collaborazione con i Comuni e le Prefetture, e illustrato oggi nella sede della Prefettura di Napoli. Secondo la rilevazione, il 53% della popolazione censita si distribuisce nella provincia di Napoli, seguita da Salerno con il 19%, Caserta con il 15,7, Avellino con il 7,4 e Benevento con il 4,9. In termini di residenti, i Comuni più grandi della regione sono Napoli con 962mila abitanti, Salerno con 132mila, Giugliano in Campania con circa 107 mila, Torre del Greco con circa 86mila e Pozzuoli con 80mila. Per quanto riguarda la densità abitativa, la provincia di Napoli raggiunge “il valore massimo” di 2.608,6 abitanti per km quadrato. Il picco è raggiunto dal comune di Portici in cui si concentrano 12.337,4 residenti per km quadrato, seguito dai comuni di Casavatore e San Giorgio a Cremano con 11.076,2 abitanti per km quadrato. La struttura per genere della popolazione campana è caratterizzata da una prevalenza di donne che, sul totale dei cittadini campani pari a 5milioni 766mila 810, sono circa 3 milioni. L’analisi ha rilevato che il 47,6% degli stranieri, pari quasi a uno su due, risiede in provincia di Napoli, seguita da Salerno con il 22,6, Caserta con il 19,8, Avellino con il 6,3 e, in coda, Benevento con il 3,8.

Fonte: la Città di Salerno.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *