Calcio: seconda divisione, una Salernitana da record e da “daspo”.

Domenica la Seconda Divisione osserverà un turno di riposo, ma sono previsti nel week-end alcuni recuperi. Si tornerà a giocare la prossima settimana. Con il campionato fermo però la Salernitana ne disputa in parallelo un altro. Un anno di Daspo a bomber Ginestra, con primo ricorso respinto e prossimo appello al Tar; due anni per lo stesso provvedimento a capitan Montervino, da impugnare a breve; poi anche la multa a Mounard per vecchie pendenze con l’allora procuratore Grimaldi. Insomma della serie ce l’hanno tutti con noi. Ma tra provvedimenti e daspo a brillare è la marcia da record dei granata. La Salernitana capolista polverizza primati, e in particolare adesso ne ha uno nel mirino: il maggior numero di punti nella storia del campionato di Seconda divisione da quando è a 18 squadre. Resiste, da ormai tredici anni, la quota 76 con cui staccò il biglietto per la terza serie (allora ancora serie C1) lo Spezia, che chiuse imbattuto il campionato. Miglior difesa e numeri da campioni. Carlo Perrone ha proprio nella solidità del pacchetto arretrato uno dei segreti del suo primato. Ermetica, compatta, per lunghi tratti inviolabile: in 19 partite la squadra granata ha subito appena tre reti in più di quante ne abbia subite nelle tre giornate iniziali da incubo, quelle dei tre schiaffi dall’Aquila, dei quattro di Chieti e degli altri due dell’Aversa quando all’ultimo respirò arrivò il primo misero punticino stagione. Di lì in avanti la svolta. Nel segno d’un attacco mitraglia, il più prolifico del campionato con ben 41 gol all’attivo, ma pure d’una retroguardia riscopertasi bunker, capace dal quarto turno del girone d’andata al quinto di ritorno d’incassare appena 12 reti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#