Montano Antilia (SA): oggi i funerali di Mauro Vigorito.

Montano Antilia (SA) – Sono stati celebrati questa mattina nella chiesa di Santa Maria a Montano Antilia i funerali di Mauro Vigorito il giovane di 20 anni deceduto martedì sera sulla Cilentana, a seguito di un terribile incidente stradale. Il medico legale, Adamo Maiese, ha effettuato ieri mattina, presso la sala mortuaria dell’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania, l’esame esterno sulla salma di Mauro. Il decesso, stando alla prima relazione del medico legale, sarebbe avvenuto a seguito di un “trauma toraco – a donna di 49 anni Peugeot 208,anta Maria a Montano Antilia i funerali di e inseistnte. tunei parti cis ono addominale con rottura di organi interni”. L’autorità giudiziaria, dopo gli accertamenti di rito, ha riconsegnato la salma ai familiari. Centinaia di ragazzi si sono stretti attorno alla famiglia di Mauro. Il sindaco Alberto Del Gaudio si è occupato personalmente delle pratiche per il trasferimento della salma al paese.  Distrutti dal dolore i familiari della vittima: il papà Pasquale, operaio della Yele, la mamma Vittoria, e Fabio, il fratello. Intanto i carabinieri della stazione di Cuccaro Vetere, agli ordini del maresciallo Dario Antinarelli, stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. L’unica certezza è che si è trattato di un impatto frontale. Una delle due vetture ha invaso la carreggiata opposta. Il sostituto procuratore Valeria Palmieri ha immediatamente aperto un’inchiesta. Mauro è deceduto sul colpo alla guida della sua Peugeot 208. Ferita gravemente la donna di 49 anni di Roccagloriosa, che viaggiava in senso opposto, alla guida di un’Opel Agila. Le due auto sono state sottoposte a sequestro. Al momento dell’incidente sulla zona era in corso un forte temporale e la visibilità era scarsa a causa della nebbia. Resta purtroppo inquietante il numero di incidenti stradali gravi verificatesi negli ultimi anni sulla Cilentana. Una scia di sangue che si allunga sempre di più lungo una strada che evidentemente nasconde troppe insidie e pericoli per gli automobilisti.

Fonte: La Città di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#