Calcio: turno di riposo per la seconda divisione. Scatta l’allarme sicurezza per Avellino e Salernitana.

Con il campionato di seconda divisione di Lega Pro fermo per la settimana pasquale, la Salernitana gioca un’altra importante partita in attesa di tornare in campo domenica sette aprile. Sullo stesso tavolo – quello della Questura di Latina – ballano due partite, due categorie, la trasferta di due tifoserie “cugine” e accese rivali che si preparano a viaggiare verso la provincia pontina il prossimo 14 aprile, condividendo il percorso stradale per lunghi tratti. Lo stesso giorno, a distanza di pochi chilometri, il Latina ospita l’Avellino (con supporters al seguito) e il Fondi farà altrettanto con la Salernitana che potrebbe essere scortata da migliaia di persone, soprattutto se ci fossero i presupposti per la promozione aritmetica in C1. Questo dice il calendario calcistico di Prima e Seconda Divisione. Si può fare? Se lo chiedono la Digos di Latina, la Polizia Stradale, i commissariati di Cisterna di Latina e di Fondi. La Questura competente per territorio ha cominciato a ragionarci su. Contrariamente a quanto filtrava l’altro giorno – cioè che non fosse al vaglio alcuna ipotesi di cambio di sede né di giorno per la sfida al Fondi – le forze dell’ordine ieri hanno cominciato a muovere i primi passi, anche ufficiali. È arrivata una telefonata al Latina. Alla segreteria del club nerazzurro è stata chiesta disponibilità a trasferire al sabato la sfida all’Avellino. Il Latina già costretto ai turni infrasettimanali con Paganese e Viareggio (finale d’andata di Coppa Italia) ha risposto picche, vuole giocare di domenica. Non è solo un volere ma anche un dovere: ci si scontrerebbe infatti con la circolare di Lega Pro che per le ultime 4 gare di campionato prevede contemporaneità di fischio d’inizio. «Noi non ci spostiamo, dobbiamo giocare alle ore 15», ha fatto sapere il Latina. La palla, quindi, è ripassata al Fondi e alla Salernitana. Quando saranno l’una contro l’altra, in Seconda Divisione, non disputeranno la quartultima ma la quintultima giornata del proprio campionato e quindi c’è ancora possibilità di spostare la lancetta del fischio d’inizio. Ieri da Latina rimbalzava anche notizia di una comunicazione inviata all’Osservatorio Nazionale sulla Manifestazioni sportive. Una nota, una informativa attraverso la quale si segnalava al Viminale la sovrapposizione di esodi e si proponeva anche una via d’uscita, cioè l’anticipo al sabato per una delle due partite, molto probabilmente Fondi-Salernitana. Dunque comincia a prendere forma una ipotesi assai accreditata: la sfida allo stadio Purificato di Fondi spostata al 13 aprile per consentire alle forze dell’ordine di concentrarsi su un evento alla volta. Intanto il Fondi ha attivato la prevendita on line per la gara con la data del 14 aprile, salvo variazioni per motivi di ordine pubblico. L’evento è visualizzabile sul circuito Booking Show ma ieri non era ancora acquistabile. Nervi a fior di pelle. Clima teso in casa Salernitana nella Settimana Santa che, in concomitanza con la Pasqua, riserverà una domenica di pausa al campionato di Seconda divisione. Le scintille – come riporta Solosalerno.it – si sono accese questa mattina, al campo “Andrea Fortunato” di San Mango Piemonte, durante una partitella a campo ridotto. Tutto è nato da un contrasto di gioco: duro intervento di Zampa su Guazzo, e via al litigio. Questa mattina, all’Arechi, la Salernitana ha sostenuto un’amichevole in famiglia, prima del rompete le righe. Si riprenderà martedì prossimo, per preparare il match interno contro il Melfi.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#