De Angelis (Cgil Fp Salerno): “A rischio stipendi nel settore igiene ambientale”.

Angelo de Angelis della Cgil-Fp Salerno, evidenzia, in una nota inviata alla stampa, che il decreto legge del 14 gennaio 2013, ha disposto lo slittamento del pagamento della nuova tassa, denominata Tares, a luglio 2013, all’interno di questo tributo è presente la tassa sui rifiuti, che prima di questo provvedimento veniva pagata ad aprile dell’anno in corso, tutto ciò ha determinato un grave stato di liquidità per tutte le aziende, società, enti, che si occupano di differenziata, smaltimento e trasporto dei rifiuti. I comuni, non potendo applicare la vecchia normativa, per il pagamento della Tarsu non avranno risorse da stornare ai soggetti operativi, e tale difficoltà comporterà nell’immediato, rischi sui livelli occupazionali e della stessa raccolta dei rifiuti, i segnali allarmanti sono in costante aumento e si rischia lo scontro sociale. La Cgil-Fp Salerno, nel sottolineare la difficoltà in essere chiede a tutti i parlamentari salernitani, di attivarsi fattivamente, in sede parlamentare, al riscontro di quanto riportato, per spostare l’attuazione della Tares al 2014, e tutelare nel contempo le giuste aspettative di un territorio già fortemente penalizzato dalla crisi e dai tagli generalizzati e lineari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#