Eboli (SA): da una Città Simbolo del Mezzogiorno domani parte il tour W i Bambini 2013.

W i Bambini resta un’azione cardine per Bimed: giungere in una città, liberare uno spazio e condizionarlo con la presenza di centinaia di bambini che grazie al gioco si riappropriano di un contesto e ne tornano a essere i protagonisti, è un segno di cittadinanza di straordinario valore per un territorio.  W i Bambini è il segno tangibile che esiste un sistema istituzionale che si occupa e si “prende cura …” dell’infanzia che resta l’elemento cardine del nostro divenire. La scuola, l’ente locale, i presìdi di tutela sociale come la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato, i Carabinieri, che tappa dopo tappa stanno a contatto con i bambini dimostrando loro quanta attenzione vi è per il futuro, rappresentano al meglio il patto sociale tra generazioni di cui il nostro Paese ha bisogno per ritrovare la coesione su cui innestare una concreta forma di ripresa che è, innanzitutto, nella passione e nell’impegno di ognuno di noi per il bene comune. Ancora di più: la Direzione Generale per la Campania dei Vigili del Fuoco con uno sforzo rilevante in cui sono coinvolti anche i Vigili del Fuoco in congedo, attraverso W i Bambini pone in essere un’attività di prevenzione unica che è rivolta all’ambito genitoriale, ai docenti e all’intero assetto sociale con una ricaduta educazionale impagabile per la tutela, la prevenzione e la cultura dell’ambiente in cui ognuno di noi vive. E W i Bambini è oramai, sul piano nazionale, azione di riferimento per la cultura della sana alimentazione e il consumo di frutta e verdura per le nuove generazioni. Giungiamo a questo risultato grazie al partenariato con Terra Orti O.P. una delle organizzazioni di produttori italiani tra le più sensibili rispetto al rapporto con i bambini che ha inteso investire su una nuova idea di tutela dell’infanzia in grado di rimettere “in gioco …” la relazione tra nuove generazioni e sana alimentazione, appunto. La scelta di Terra Orti O.P. dimostra quanto il Mezzogiorno possa affermare un sistema concreto e partecipato da imprese in grado di guardare ben oltre il proprio profitto ben comprendendo che è necessario oggi più di ieri non guardare al mercato consolidato, ma, invece, investire sulla cultura del territorio e sulla promozione delle nostre emergenze che restano i pezzi e gli snodi attorno cui recuperare determinanti di sviluppo. Bimed anche per il 2013 riceve dalla Presidenza della Repubblica Italiana la Medaglia di Rappresentanza per gli alti valori morali della propria azione istituzionale … Abbiamo cominciato le nostre attività in interazione con la scuola da Mirandola dando un dovuto segno di solidarietà alle genti emiliane colpite dal sisma della scorsa primavera e concluderemo le nostre attività a Brindisi insieme a migliaia di bambini e ragazzi   per ricordare a ognuno il bisogno di CIVILTA’ che è esigenza primaria del nostro tempo. E dopo Brindisi la straordinaria festa del Mediterraneo e W i Bambini alle Tremiti in una dimensione straordinaria in cui le relazioni umane si estendono in una ovidiana visione dell’essere che è equilibrio, natura, amore per l’essere e l’esistenza … Questo è W i Bambini, questa è la Staffetta di Scrittura e queste sono le motivazioni su cui si compongono le relazioni istituzionali che ci legano al Parco Nazionale del Gargano e alla Riserva Marina delle Tremiti che con Bimed investono su una idea positiva di marginalità in grado di farci tornare al senso vero della vita. E W i Bambini è, infine, una sfida complicatissima che impegna tutte le nostre forze e le nostre risorse … Migliaia di bambini in un Tour fatto di tantissimi chilometri attraversati da un apparato di uomini e di donne che da domani e sino al 10 giugno rinunciano anche al sonno pur di portare il sorriso in tante località spesso dimenticate da uno Stato che dovrebbe avere una attenzione maggiore per i comuni, per i piccoli comuni, per le aree interne e un Mezzogiorno che sta soffrendo in maniera inusitata la crisi ma che però con dignità non rinuncia a impegnarsi per le fasce deboli della società e investe con determinazione in favore del proprio futuro. Una dedica: quest’anno il Tour di W i Bambini lo dedichiamo alla Città della Scienza di Napoli, una eccellenza imperdibile a cui ci sentiamo affiancati per il lavoro e l’opera straordinaria che è stata fatta in questi anni e che, siamo certi, continuerà se sapremo, insieme, rivendicarne l’imperdibilità. Buon Tour W i Bambini a tutti e in particolare alle maestre e ai maestri che con la solita abnegazione affiancano Bimed nella straordinaria dimensione di pienezza che accompagna il nostro fare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#