Sant’Arsenio (SA): ieri, consiglio comunale monotematico sul problema sicurezza nel paese.

Si è tenuto ieri, a Sant’Arsenio,  presso l’auditorium del paese un consiglio comunale monotematico, incentrato sul problema sicurezza nel paese, dopo i numerosi furti messi a segno in abitazioni ed aziende. Il consiglio comunale di ieri, ha visto la partecipazione dell’intera giunta comunale i cui consiglieri nei loro interventi hanno ribadito ciò che aveva dapprima affermato il Sindaco  Nicola Pica. I cittadini di Sant’Arsenio e non solo devono cambiare abitudini, partendo da una maggiore cautela nel custodire soldi o oro, fino a dover abbandonare l’idea, di poter lasciare ancora i portoni delle case non chiusi con la dovuta accortezza o lasciare , come un tempo, le chiavi  nascoste sotto lo zerbino o in qualche vaso. “La sensibilizzazione della popolazione è fondamentale, ha dichiarato nel suo intervento il Sindaco, ed è per questo che abbiamo stilato insieme anche alle forze dell’ordine un vademecum, indirizzato in particolar modo alle persone anziane, nel quale vengono elencate una serie di atteggiamenti da adottare per scongiurare o almeno evitare di essere vittime dei ladri”. Il sindaco ha esposto,poi, un progetto, già redatto nel 2010, di video sorveglianza da istallare in alcuni punti strategici del paese, come la Villa Comunale, Via Foce, Via San Vito e nella zona in cui sono situati gli impianti sportivi. Erano presenti anche il Capitano della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, Domenico Mastrogiacomo, il quale ha sottolineato “La media dei furti nel Vallo di Diano è al di sotto  del 65% rispetto al dato nazionale e del 50% rispetto a quello della Provincia di Salerno”. “Non bisogna creare allarmismo, ha quindi ribadito Mastrogiacomo, fermo restando che i cittadini devono essere anche loro dei “Carabinieri” e cioè essere attenti e segnalare eventuali anomalie o persone sospette”. Presente anche il Vice Questore della Polizia Stradale di Sala Consilina Vincenzo Lombardo. Tutta l’amministrazione ha concordato, infine, che quello dei furti è un fenomeno strettamente legato anche alla difficile congiuntura economica del momento e che tra le accortezze da adottare vi è quella che riguarda l’affitto delle abitazioni. E’ necessario avere una copia di un documento di identità dell’affittuario ed eventualmente chiedere informazioni sulla persona o al locale comando della polizia municipale o agli stessi Carabinieri. Insomma prudenza ma non allarmismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#