Regione Campania: sanità, sbloccati 585 milioni per il pagamento dei crediti delle aziende di Assobiomedica.

La Regione Campania ha sbloccato 585 milioni di euro per il pagamento dei crediti passati vantati dalle aziende aderenti ad Assobiomedica. Lo ha stabilito, si legge in una nota di Assobiomedica, un protocollo d’intesa del Presidente della Regione Campania e commissario ad acta per la Sanità, Stefano Caldoro, e siglato dal sub commissario per la sanità Mario Morlacco e Assobiomedica, l’associazione di Confindustria che rappresenta le imprese produttrici di dispositivi medici. L’accordo prevede che vengano saldati in due mesi dall’adesione al protocollo il 50 % dei debiti di Asl e Aziende ospedaliere e dell’altro 50 % entro 12 mesi per tutte le fatture precedenti al 30 giugno 2012. “Apprezziamo moltissimo l’impegno dimostrato dalla Regione Campania – ha detto il presidente di Assobiomedica, Stefano Rimondi -, che è l’unica tra quelle con maggior deficit sanitario ad aver cercato soluzioni per risolvere il grave problema dei ritardi nei pagamenti nei confronti delle nostre imprese. Si tratta di una parte consistente dei crediti pregressi, che rappresenta più della metà di quelli vantati in Campania dalle nostre imprese ed è possibile che l’accordo venga prorogato per i crediti vantati fino a tutto il 2012. La Campania dovrebbe essere da esempio per le altre regioni cattive pagatrici”. L’accordo prevede il pagamento in due tranche, ognuna del 25 %, come acconto entro 60 giorni dall’adesione all’accordo da parte delle associate ad Assobiomedica. L’altro 50 % dovuto sarà liquidato dopo la certificazione nei seguenti nove mesi. La Regione si è proposta di attivare entro il 15 luglio 2013 un tavolo tecnico istituzionale con le aziende e le Asl per verificare l’avvenuto pagamento della prima tranche di quanto dovuto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#