Salerno: Aula consiliare della Provincia, un successo di pubblico il seminario sul tema “Il danno estetico: un approccio sistematico”.

L’Aula Consiliare della Provincia di Salerno, gentilmente offerta all’Associazione Giorgio Ambrosoli Salerno (A.G.A.S) per lo svolgimento del seminario sul tema “Il danno estetico: un approccio sistematico”,  ha visto una affluenza tale di pubblico da fare sì che alcuni tra gli invitati dovessero assistere in piedi alla riuscitissima manifestazione. Davvero travolgente il successo che accompagna l’inarrestabile attività dell’associazione dedicata  a Giorgio Ambrosoli  e verrebbe fatto di pensare che lo stesso spirito dell’uomo a cui l’associazione è dedicata l’accompagni, allo scopo di premiare la determinazione con cui l’Associazione stessa, a mezzo dello spirito di abnegazione dei suoi soci fondatori (il Dott. Angelo Raffaele Battista, Primo Dirigente di Polizia ed attuale Capo di gabinetto presso la Questura di Salerno; il Dott. Matteo Torlino, informatico, da Salerno; l’Avv. Pasquale D’Aiuto, da Casal Velino (SA) e la Dr.ssa Rita Palmieri, medico radiologo, da Afragola (NA)) opera oramai da anni in favore della chiarezza sulle molte voci inerenti la legalità. Ultima recente  ma non ultima perla della collana il seminario sul tema “Il danno estetico: un approccio sistematico”, partito come una “Frecciarossa” in perfetto orario lunedì 15 aprile 2013 alle ore 16:00, ospite dell’Aula Consiliare di Palazzo Sant’Agostino (sede della Provincia), in Salerno. Moderatore espertissimo l’Avv. Pasquale D’Aiuto (Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Salerno. Co-Fondatore e Segretario de L’A.G.A.S.) ha funto da presentatore e trait d’union tra gli importanti ospiti. Il seminario, svoltosi con il patrocinio della Provincia di Salerno, dell’Ordine degli avvocati di Salerno, dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri sempre di Salerno, ha trattato in modo integrale, completo ed esaustivo un tema estremamente scottante quale il danno estetico, per la cui fattispecie si intende una lesione in grado di compromettere l’aspetto estetico di un qualsiasi individuo o, in qualunque modo, la sua piacevolezza nei rapporti con gli altri. La serata ha visto da prima i saluti  ed i ringraziamenti del Presidente dell’Associazione,  Dottor Angelo Raffaele Battista, il quale ha ricordato, come in ogni occasione, la figura di Giorgio Ambrosoli, per poi “consegnare” all’Avvocato D’aiuto il testimone della serata: Il dr. Rocco Carfagna, Medico chirurgo, specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica ( membro della SICPRE-Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica), ha portato all’attenzione del pubblico (tra cui si annotavano specialisti in ogni ambito della problematica), il tema: “Il danno estetico: tra medico e paziente”.  Con un seguito a volte crudo, ma sempre veritiero di spiegazioni e slide, ha permesso anche agli inesperti di rendersi conto dei benefici e dei rischi collegati all’uso della chirurgia estetica, sia sotto forma di danno causato dall’uso errato della stessa sia al modo con cui questa corregge e migliora danni arrecati in precedenza per incidenti, malattie o altro. La relazione della Dr.ssa Monica Contaldi (Medico chirurgo, specialista in Medicina legale) ha poi inteso offrire il metodo con cui la medicina legale deve porsi di fronte al danno estetico, parlando di: “Valutazione del danno estetico: aspetti medico legali”. Giunto da Roma, l’Avv. Alessandro Luzon (Professionista iscritto presso l’Ordine degli Avvocati di Roma), ha offerto un quadro della questione sotto il profilo eminentemente legale, relazionando sul tema: “Danno estetico: ragioni in diritto ed istanze risarcitorie”. Di seguito il Dott. Cesare Taraschi (Magistrato ordinario in servizio presso il Tribunale di Salerno con funzioni di giudice civile), con la prolusione su: “Esame dell’istanza risarcitoria da danno estetico”, ha determinato per la quaestio quali siano gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali. Indispensabile ovviamente la conclusione del Dott. Marco Porzio, proveniente d Torino (Dirigente responsabile “liquidazione sinistri r.c. generale, professionale, prodotti” di Generali Business Solution – area liquidativa), il quale, con chiarezza, ha relazionato del “Danno estetico e responsabilità civile: prassi liquidative e criteri di quantificazione. Analisi di casi pratici”. Partita in orario, con gli interventi che si sono succeduti nei tempi previsti, la splendida ed istruttiva serata si è conclusa con la piena soddisfazione degli intervenuti e degli ospiti, sotto le telecamere di emittenti private e la presa di appunto di giornalisti ed esperti ponendo in luce una volta di più come le questioni legate al danno estetico (causato dall’incidentistica stradale o lavorativa, ma anche dagli errori nei trattamenti chirurgici di tipo estetico) rappresenti in ogni caso fonte di sofferenza psichica del soggetto leso, capace di danneggiare la vita attiva, relazionale, affettiva e lavorativa dello stesso ed anche come, pur costituendo il danno estetico una voce di danno autonoma, in sede di liquidazione venga determinata unitamente al Danno Biologico in senso stretto. È apparso evidente come, valutando caso per caso, risulti indispensabile  la ponderazione delle attività  socio-relazionali espletate dal soggetto colpito ed anche le condizioni sociali antecedenti all’evento dannoso.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#