Sala Consilina (SA): il 6 maggio sopralluogo degli avvocati al tribunale di Lagonegro.

Sala Consilina – Parcheggi carenti, viabilità precaria e lo spettro dell’inquinamento elettromagnetico causato da un’antenna installata nei pressi del palazzo di giustizia. Sono stati questi i primi rilievi mossi ieri da una delegazione di avvocati del foro di Sala Consilina che si è recata a Lagonegro per fare un sopralluogo nei locali della struttura che dovrebbe ospitare gli uffici del soppresso tribunale di Sala Consilina. Ieri mattina circa 20 avvocati in rappresentanza delle associazioni di categoria ANAI e Unione Giuristi Cattolici Italiani e della Camera Penale, si sono recati nel piccolo comune lucano. A riceverli non hanno trovato il sindaco ma soltanto il capo dell’ufficio tecnico comunale. “Non ci aspettavamo un’accoglienza ospitale – ha spiegato l’avvocato Angelo Paladino – e  così è stato perchè siamo stati snobbati. Ci è stato detto che il 6 maggio potremo fare il sopralluogo all’interno dei locali e procedere con l’accesso agli atti relativi al trasferimento del tribunale di Sala Consilina a Lagonegro. A quel punto faremo tutti i nostri rilievi e li invieremo agli organi competenti. Oggi già abbiamo avuto un primo contatto con la realtà e la situazione è drammatica”. Il tribunale di Sala Consilina ha un bacino di utenza di circa 100mila persone ed un ordine forense con oltre 200 iscritti. Numeri che potrebbero mandare in tilt la viabilità e creare un caos enorme per i posti auto. “Nei pressi del  palazzo di giustizia – continua Paladino – c’è un solo parcheggio che non è riservato al tribunale ma può  parcheggiare chiunque. Vorrei sapere come faranno quando ogni mattina arriveranno dal Vallo di Diano almeno 100 auto di avvocati e altrettante di persone che devono venire per varie ragioni nel palazzo di giustizia. A ciò si aggiunge anche la presenza di questa grossa antenna di una compagnia telefonica che potrebbe essere frutto di campi elettromagnetici dannosi per la salute”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#