Sala Consilina (SA): alla Casa Circondariale la II°edizione del Laboratorio Teatrale “Dal buio alla Luce”. Guarda le interviste.

Questa mattina, alle ore 10:30, presso il giardino della Casa Circondariale di Sala Consilina, la Compagnia Teatrale La Cantina delle Arti ha portato in scena “La Costumanza de lo Preite” di Enzo D’Arco. La rappresentazione ha così segnato l’inizio della II° edizione del Laboratorio Teatrale “…Dal buio alla Luce…”, che utilizzando come mezzo il palcoscenico cerca di mettere sempre più in contatto l’Istituzione carcere con il Territorio. La compagnia ha rappresentato sul palcoscenico un’antica tradizione del nostro territorio detta appunto “Costumanza” che prevedeva, per una settimana, il susseguirsi di festeggiamenti in vista della nomina a Prete del festeggiato. Tra i motivi che hanno portato all’abolizione della tradizione, l’ingente somma di denaro necessaria per i banchetti, che distoglieva dal seguire la propria vocazione coloro che non erano in possesso di una presente disponibilità economica. Lo spettacolo, oltre ad essere un omaggio alla cultura del territorio,rappresenta, anche, occasione di presentazione di un nuovo progetto, che avrà inizio mercoledì prossimo, il quale vedrà un attivo coinvolgimento dei detenuti nell’attività scenica. L’arte, il teatro, la musica e la lettura, avranno per i detenuti una funzione di collegamento con la società, per facilitarne il percorso di reinserimento sociale. Presenti all’evento diverse Istituzioni locali,i rappresentanti della Casa Circondariale,  delle BCC del territorio che hanno contribuito alla realizzazione del progetto ed il Direttore della Caritas Diocesana don Vincenzo Federico.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *