Teggiano (SA): inchiesta della Procura per far luce sull’incidente alla bidella dello scorso 1 giugno.

Aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Sala Consilina sull’incidente stradale avvenuto a Teggiano lo scorso 1 giugno in cui è rimasta gravemente ferita una signora di 52 anni del luogo, bidella di professione. Le indagini, al momento contro ignoti, sono condotte dalla Polizia giudiziaria e sono finalizzate a individuare il veicolo che avrebbe rovesciato, probabilmente in maniera casuale e su diversi chilometri di strada, del liquido, non ben precisato, che insieme alla pioggia ha reso scivoloso l’asfalto e provocato l’uscita di strada dell’auto condotta dalla signora. La bidella stava percorrendo la strada provinciale che da Teggiano conduce a San Pietro al Tanagro e ha perso il controllo della sua Fiat Seicento proprio all’altezza di un ponte sovrastante un torrente. L’auto è finita nel corso d’acqua e la donna ha subito delle gravi lesioni. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che con molta difficoltà, hanno prestato i loro soccorsi. La donna ha subito un delicato e difficile intervento chirurgico ed è sempre grave, ma stazionaria. La presenza di un liquido, gasolio oppure olio, aveva già provocato altre criticità nello stesso tratto di strada e infatti, ancora prima dell’incidente che ha coinvolto la 52enne bidella, nella frazione di Prato Perillo di Teggiano, automobilisti hanno rischiato guai, perdendo il controllo delle proprie auto. È caccia al responsabile da parte dei Carabinieri e della Polizia coordinati dalla Procura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#