Bretella di collegamento Laurito – Statale 18, Viterale: “Il sindaco Speranza ricordi gli sperperi del passato”.

“La Provincia di Salerno, per quanto sensibile e attenta, in questo momento così delicato e difficile per l’economia dell’intero Paese non è nelle condizioni finanziarie per poter risolvere, in maniera immediata e come meriterebbe il territorio, i disagi della viabilità cilentana. Gli amministratori locali piuttosto, proprio ora che è tempo delle vacche magre, dovrebbero fare uno sforzo di memoria, ma anche di onestà intellettuale, e ricordare gli sperperi e la superficialità nella programmazione milionaria degli interventi viari del passato, utili però solo ai fini della propaganda elettorale e non certo allo sviluppo infrastrutturale del territorio. Ora, anche per questo, paghiamo il fio di tanta cattiva gestione delle risorse pubbliche di un passato assai recente”. Così, l’assessore provinciale, Amelia Viterale al sindaco di Laurito Vincenzo Speranza che ha attaccato la Provincia sulla bretella di collegamento del comune di Laurito con la Statale 18. “Voglio ricordare al sindaco Speranza- continua- che nel 2004, quando era a capo della sua comunità,  fu spettatore di lavori fatti su un tratto di strada già esistente, da  Massicelle ad Abbatemarco, dunque, a Montano Antilia, comune amministrato all’epoca da un sindaco suo familiare, realizzati su progetto provinciale per circa 4 milioni. C’è da chiedersi perché a quel tempo il sindaco Speranza, che oggi lamenta la mancata realizzazione della bretella nel suo comune, non fiatò, acconsentendo che i lavori iniziassero da Montano Antilia, accontentandosi solo di fare il protagonista della posa della prima pietra per puri fini propagandistici?” “Purtroppo- conclude Viterale- quello era il tempo delle cicale, mentre ora bisogna fare i conti con una crisi economico-finanziaria di particolare virulenza e della cui portata nessuno ignora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#