Sala Consilina (SA): la “staffetta generazionale” per combattere la disoccupazione giovanile.

Si è tenuto ieri, presso l’aula Magna delle Scuole elementari di Via Matteotti a Sala Consilina, il convegno dal titolo “Diritto al lavoro – la staffetta generazionale. L’accordo tra gli imprenditori e sindacati in regione Campania”. Argomento di discussione dell’incontro, promosso dall’Unione Giuristi Cattolici Italiani sezione di Sala Consilina, è stato l’accordo stipulato dalla regione Campania, con gli imprenditori e i sindacati, che si pone come obiettivo quello di facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro tramite la “staffetta generazionale”. Quest’ultima prevede la possibilità per i lavoratori che entro 36 mesi conseguiranno il diritto alla pensione di trasformare il proprio contratto di lavoro da full-time a part-time e le aziende, in questo modo, avranno la possibilità di assumere, in sostituzione, giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni con possibilità di deroga fino a 32 anni e 35 anni per i laureati con un contratto di apprendistato. Questa formula favorirà il passaggio di competenze dal lavoratore anziano, che assumerà il ruolo di tutor, al giovane che comincerà ad arricchire il proprio bagaglio professionale. “L’accordo nasce per creare nuove opportunità di lavoro per i giovani e per combattere l’elevata percentuale di disoccupazione presente in Campania”, afferma l’Avv. Angelo Paladino presidente dall’Unione Giuristi Cattolici Italiani sezione di Sala Consilina, che ha promosso l’incontro per favorirne la diffusione. Presenti al convegno Severino Nappi, Assessore Regionale al Lavoro e S. E. Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi Teggiano-Policastro, al quale sono state affidate le conclusioni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#