Sanità: la controproposta dei sindaci sull’atto aziendale dell’ASL Salerno.

Salerno: E’ stata una conferenza dei sindaci poco affollata quella che si è tenuta ieri pomeriggio alla Provincia di Salerno, ma al termine è emerso comunque un programma di azioni da intraprendere per migliorare il sistema sanitario sul territorio. Al centro del dibattito, naturalmente, c’è stato l’atto aziendale dell’Asl Salerno anche se diversi erano i punti all’ordine del giorno. «Abbiamo deciso – ha commentato il presidente della conferenza Sergio Annunziata – di inviare immediatamente un telegramma al governatore Caldoro, in qualità di commissario della sanità in Campania, nel quale preannunceremo l’invio di un dossier riguardante lo stato dell’arte dell’intero sistema sanitario in provincia e le nostre proposte per migliorarlo». Stessa comunicazione verrà fatta anche al direttore generale Antonio Squillante. L’intera documentazione sarà pronta per il mese di settembre e fino ad allora è intenzione dell’organo svolgere «una forte pressione» su Caldoro per evitare che il territorio possa essere fortemente penalizzato. Nel corso del dibattito è emersa poi anche la necessità di compulsare maggiormente i consiglieri regionali affinchè venga convocato un consiglio monotematico sull’argomento sanità. Insomma non c’è alcuna intenzione di arrendersi anche perché le criticità emerse sono state diverse, prima fra tutte lo squilibrio tra posti letto e popolazione residente. C’è poi la necessità di rivedere la rete di emergenza e di attuare lo sblocco del turnover. Alla riunione erano presenti gli amministratori dei comuni di Sarno, Nocera Inferiore, Polla, Roccadaspide, Baronissi, Atena Lucana, Altavilla Silentina, Sapri e Oliveto Citra (in rappresentanza di venti comuni della Piana del Sele).

Fonte La Città di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#