Sant’Arsenio (SA): il Codacons presenta una denuncia dopo l’uccisione di 7 cani randagi.

Sant’Arsenio – Dopo la notizia data dalla nostra emittente sull’uccisione di sette cani randagi avvenuta due giorni fa  con delle polpette avvelenate nei pressi del cantiere dove si sta realizzando la nuova palestra comunale a Sant’Arsenio è arrivata ieri la reazione da parte del Codacons Vallo di Diano attraverso un comunicato  stampa a firma del responsabile Roberto De Luca. L’associazione dei consumatori ha annunciato di aver presentato una denuncia  contro ignoti all’autorità giudiziaria per il reato di uccisione di animali previsto dall’articolo 544 bis  del Codice Penale che prevede una pena che va dai quattro mesi ai due anni di reclusione. Il  Codacons ha anche chiesto di accertare le ragioni dei ritardi nella costruzione del canile  comprensoriale in fase di realizzazione in località Marroni nel comune di Sala Consilina. Canile la cui realizzazione non è di competenza dell’amministrazione comunale salese ma della Comunità Montana Vallo di Diano. “Da anni la struttura comprensoriale – ha dichiarato Roberto De Luca – giace in una situazione di limbo, mentre si sta rischiando di causare rischi ai cittadini e danni alle povere bestiole, ancora lasciate senza assistenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#