Potenza: la FIALS chiede il potenziamento del 118.

La Segretaria Provinciale Fials/Confsal e il segretario Lorenzo Pace rappresentante della FIALS, sindacato decisamente presente nell’ambito del 118, ritiene urgente e doveroso il potenziamento della Rete dell’emergenza nell’ambito della Provincia di Potenza per contemperare i bisogni dei cittadini e degli operatori. La politica illuminata, tempo addietro, annunciava sui giornali l’esigenza d’istituire un Presidio presso la SATA di Melfi che non si è mai concretizzato. Alla luce dell’ultimo doloroso episodio le riflessioni sono un obbligo. Nonostante i comunicati dei Dirigenti che con meticolosità certosina hanno chiarito che i tempi d’intervento sono stati rispettati, la FIALS chiede alle Istituzioni competenti l’individuazione di una Postazione del 118 presso la SATA di Melfi. La valutazione del fabbisogno assistenziale dell’emergenza è stata penalizzante per la Provincia di Potenza rispetto alla provincia di Matera oltre ai già penalizzanti fattori estrinseci quali il territorio, il clima e la viabilità. Anche le postazioni presenti nella città di Potenza sono insufficienti. Il 118, è stato caratterizzato da croniche carenze di personale legati al blocco di assunzioni. La Regione Basilicata ha da sempre e sistematicamente impedito all’ASP di Potenza di assumere personale a tempo indeterminato, pur legiferando norme che riservavano garanzie di manovre al 118, ma di fatto si sono solo tamponate in parte le carenze di personale, nonostante graduatorie valide per assunzioni di Infermieri ed Autisti. La Fials/Confsal chiede un progetto di riorganizzazione. Un progetto che integri al meglio il servizio di emergenza con il servizio sanitario della provincia, in un’ottica di presa in carico del cittadino. Il 118, in questo senso assume una valenza strategica, sia come primo intervento che come collegamento qualificato tra le strutture ospedaliere, Hub e Spock. La Fials/Confsal, chiede l’immediata apertura – conclude Pace – di un confronto sulla riorganizzazione del Servizio, al fine di ricercare soluzioni condivise a tutela dei cittadini e a valorizzare i tanti professionisti ed operatori che ogni giorno lavorano con serietà ed impegno.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *