Venafro (IS): ferita in un incidente sulla Cilentana, muore dopo 4 mesi 49enne di Roccagloriosa.

È deceduta, dopo oltre quattro mesi di agonia, la 49enne di Roccagloriosa, Giulia Marotta. La donna era rimasta gravemente ferita lo scorso 27 marzo in un incidente stradale in cui perse la vita il ventenne di Montano Antilia, Mauro Vigorito.
L’incidente si verificò sulla Cilentana, tra le uscite di Futani e Massicelle. Il giovane si trovava alla guida della sua Peugeot 208, sulla quale procedeva in direzione Massicelle, quando all’improvviso si scontrò con un’Opel Agila che viaggiava in senso opposto, guidata da Giulia Marotta. Una delle due autovetture, per motivi ancora da accertare, invase la carreggiata opposta. Al momento dell’incidente sulla zona era in corso un forte temporale e la visibilità era scarsa a causa della nebbia. L’impatto fu violentissimo. Il giovane morì sul colpo. Il corpo rimase prigioniero delle lamiere e fu estratto dai vigili del fuoco. La donna, invece, fu trasferita in rianimazione all’ospedale “San Luca” di Vallo, dove peraltro lavorava come dipendente di una cooperativa che gestisce la mensa. Le sue condizioni salute apparvero subito molto gravi. Fu sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e poi trasferita all’ospedale “Monaldi” di Napoli. Da tre mesi, invece, era ricoverata presso una clinica riabilitativa a Venafro, in provincia di Isernia. Ma nell’ultima settimana, le sue condizioni di salute erano improvvisamente peggiorate. Il suo cuore ha smesso di battere domenica sera, nel reparto di rianimazione. La salma è stata sottoposta a sequestro e, attualmente, si trova presso la camera mortuaria della clinica a disposizione dell’autorità giudiziaria del tribunale di Isernia. Ancora da fissare l’ora e la data dei funerali che si terranno molto probabilmente a Roccagloriosa. La notizia ha fatto velocemente il giro del comprensorio dove la donna era molto stimata e ben voluta. Si tratta, purtroppo, dell’ennesima vittima della Cilentana, ormai ribattezza come la strada della morte. Resta inquietante il numero di incidenti gravi verificatesi negli ultimi tempi su questa importante strada che collega il Basso Cilento con il resto della Provincia.

Fonte: Vincenzo Rubano – LaCittàdiSalerno

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *