Marina di Camerota (SA) : Cala Bianca, a rischio la reginetta d’Italia

E’ già a rischio Cala Bianca, la spiaggia di Marina di Camerota da poco decretata, in un concorso web promosso da Legambiente,  “La più bella d’Italia”. Sono centinaia infatti i turisti accorsi ad osservare la reginetta d’Italia con motoscafi e barconi i cui scarichi stanno compromettendo la salubrità del mare. Una volta a riva i turisti non si limitano però ad osservare, ma portano via i ciottoli bianchi, caratteristici della spiaggia. Una moda rischiosissima sia per la cala, sia per i turisti che rischiano l’arresto. “Per il codice penale si tratta di furto ai danni dello Stato” spiegano gli uomini della Guardia Costiera che stanno effettuando controlli “a sorpresa” , nei punti di sbarco dei turisti, nel porto di Marina di Camerota, dove guardiacoste controllano i bagagli dei vacanzieri per sventare eventuali furti di sassolini. “Portare via i ciottoli è una cattiva abitudine che ha già deturpato altre aree, come la spiaggia Rosa in Sardegna, spiega il capitano di vascello Maurizio Trogu, comandante del Compartimento Marittimo di Salerno. Un problema gravissimo che va stroncato sul nascere. “La gente, continua Trogu,  non si rende conto che la spiaggia rischia di perdere la propria caratteristica”.Tra gli indisciplinati oltre i turisti vi sono anche i diportisti. Molti avevano ancorato le proprie imbarcazione in una zona ricca di Posidonia.  Alcuni di essi sono stati anche multati dopo un blitz, dalla Guardia Costiera di Camerota per alcune irregolarità: “Abbiamo trovato,  spiegano dalla Capitaneria, anche un barcone di venti metri, proveniente da Acciaroli, che stava portando in spiaggia oltre centocinquanta persone”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#