Atena Lucana (Sa): Vandali sfondano portone e rovinano opera d’arte

Nella notte tra sabato e domenica alcuni ignoti hanno sfondato il portone e hanno rovinato un’installazione artistica. Atti vandalici nel cuore di Atena Lucana: la gratuità di un gesto violento, un calcio contro un portone di un edificio comunale nel centro storico del paese e la rottura di alcuni fili che reggevano un’opera dell’artista Angelo Chirichella installata in occasione della due giorni organizzata dal gruppo Sole e Terra “Liberiamo energie, energie che liberano”. Colpita al cuore una comunità: il centro storico che con tanta fatica cerca di strappare sé stesso all’abbandono; l’arte, la cultura e la storia aspetti del quotidiano che rendono più bello il vivere. Non è la prima volta che la comunità di Atena subisce uno atto così misero. Circa un mese fa, sempre da ignoti, fu sottratta la spada in ferro, dalle mani della statua rappresentante l’allegoria d’Italia, posta sul monumento ai Caduti per la Patria che conserva e ricorda a tutti i nomi dei caduti atenesi nelle due guerre mondiali. Da un mese di quella spada neanche l’ombra nonostante le rassicurazioni del neo sindaco Iuzzolino che allora definì la sparizione della spada “come una semplice bravata”. “Ritengo – dichiarò il sindaco – che non sia stata trafugata. Speriamo di avere delle certezze in merito molto presto”. E’ passato un mese e di quella spada neanche l’ombra. Nel frattempo si sono ripresentati fenomeni che certamente possono essere definiti vandalici: un portone sfondato e un’installazione artistica rovinata. Bravata o pura inciviltà?


Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. michele ha detto:

    consiglio delle aree video-sorvegliate o il semplice cartello “area videosorvegliata” che è molto deterrente nelle grandi città a scopo precauzionale da parte di vandali da un futuro incerto, nostalgico!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#