Calcio: domenica salta la prima giornata di Lega Pro.

Era stato paventato già a due settimane dall’inizio della nuova stagione di Lega Pro. E a seguito di una riunione svoltasi ieri, l’AIC, stante il mancato accordo con la Lega Pro sui criteri distributivi delle risorse collegate all’utilizzo dei giovani, ha comunicato che i calciatori di Lega Pro non scenderanno in campo in occasione delle gare programmate il prossimo fine settimana per la prima giornata del campionato 2013/14. Quindi, come tutte le altre partite, anche Salernitana – Lecce, che si sarebbe dovuta disputare domenica 01 settembre, alle 20:45, non si giocherà. Secondo il presidente Damiano Tommasi la norma che vorrebbe imporre una determinata età media complessiva per chi scende in campo – quale vincolo d’accesso ad una parte delle risorse – presenta chiari profili di illegittimità, crea discriminazioni nei confronti dei calciatori e false aspettative sui giovani, impoverendo il livello tecnico della categoria a discapito dello spettacolo e della meritocrazia. «L’AIC conclude la notaconfida ad ogni modo nella possibilità di condividere una norma che, anche nel rispetto degli impegni precedentemente assunti, faccia scendere in campo chi merita, permettendo una corretta politica di valorizzazione dei giovani e la regolare ripresa del campionato». Un’apertura che, probabilmente, prelude a un ultimo tentativo prima dello sciopero. «Di cosa stiamo parlando? Sciopero per cosa?». Il presidente della Lega Pro Mario Macalli risponde così all’Italpress dopo aver appreso dello sciopero annunciato dall’Aic in vista della prima giornata di campionato in programma domenica prossima. «Le norme parlano chiaro, chi non giocherà si assumerà le proprie responsabilità« ha aggiunto Macalli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#