Tribunale Sala Consilina (SA): ieri a Padula conferenza dei sindaci. Presenti pochi parlamentari e consiglieri regionali. Assente il centrodestra.

Padula – Tutti i sindaci del Vallo di Diano uniti contro la soppressione del tribunale di Sala  Consilina e pronti anche a gesti eclatanti. Ieri i primi cittadini ed alcuni consiglieri regionali e  parlamentari hanno sottoscritto un documento che verrà inviato al Ministro della Giustizia Cancellieri per chiedere di non sopprimere il presidio di giustizia. Se necessario i sindaci hanno annunciato l’intenzione prima del 13 settembre di occupare gli uffici del palazzo di giustizia. IL 13 settembre infatti è la data in cui diventerà effettiva la soppressione e l’accorpamento al tribunale di Lagonegro in base a quanto previsto dalla riforma della geografia giudiziaria. Ieri pomeriggio presso la sede della Comunità Montana Vallo di Diano si è tenuta la conferenza dei sindaci dell’ente montano alla quale sono stati invitati anche tutti i parlamentari ed i consiglieri regionali eletti in provincia di Salerno. L’invito però è stato accolto soltanto dagli onorevoli Tino Iannuzzi e Fulvio Bonavitacola e dai consiglieri regionali Donato Pica e Gianfranco Valiante. Nessuna presenza invece di parlamentari o consiglieri regionali del centrodestra. Qualche altro era assente giustificato ma “la maggior parte – ha sottolineato il sindaco di Sala Consilina Gaetano Ferrari – non si è degnata nemmeno di rispondere”. Particolarmente duro è stato l’intervento dell’onorevole Iannuzzi che in maniera pacata ma determinata ha espresso il suo disappunto nei confronti di chi “in questi mesi – ha tuonato il parlamentare del PD – ha accusato noi politici di non aver fatto nulla. Non è vero, non è assolutamente vero e parlo per me e per i miei colleghi. Oggi sono qui nonostante avessi un serio impegno familiare e proprio perchè ho a cuore le sorti del tribunale salese, del nostro tribunale, oggi sono qui per darvi il mio sostegno e combattere insieme a voi in tutte le sedi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#