Policastro (SA): messa in sicurezza SP 82. La Soprintendenza chiarisce responsabilità in merito al rinvio della conferenza dei servizi.

Sono stati approvati i lavori di messa  in sicurezza nel  tratto di strada provinciale SP 82  Policastro / Santa Marina, interessato da un movimento franoso, grazie al sollecito fatto dal Sindaco di Santa Marina Dott. Dionigi Fortunato.  Con  queste parole, Giovanni Fortunato, ringraziava il Sindaco  per il sollecito fatto agli organi di competenza, in merito al rinvio della conferenza dei servizi,  richiesta dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici  e Paesaggistici  di Salerno e di Avellino.  Proprio su questo rinvio è intervenuta, con un lungo documento a firma del Soprintendente Gennaro Miccio, la Soprindentenza  per i  Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Salerno e Avellino. “Non risponde a vero, si legge nel documento, che la conferenza dei servizi fissata per l’11 settembre 2013, sia stata  rinviata dopo richiesta della Soprintendenza, in quanto il rinvio era già stato disposto dall’Amministrazione Provinciale per autonome esigenze istruttorie. Non risponde al vero che tale richiesta di differimento, si legge ancora, fosse motivata dalla mancanza degli elaborati progettuali su supporto cartaceo, in quanto formulata principalmente per ottenere i necessari atti istruttori di competenza comunale”. Proprio in merito agli elaborati, necessari per le valutazioni paesaggistiche, il Soprintendente, sottolinea che sono stati “spontaneamente trasmessi alla Provincia, solo dopo il differimento della conferenza, a causa, per quanto comunicato dal R.U.P., della ridotta disponibilità di fondi dell’Ente Provincia. Non risponde al vero, chiarisce Miccio, che la Soprintendenza abbia frapposto ostacoli pretestuosi all’espletamento della conferenza dei servizi, indetta, in assenza di un calendario concordato, e tenutasi, senza che questo ufficio, sollevasse eccezioni, proprio in considerazione dell’urgenza e della natura pubblica degli interventi.  “Infine, conclude il documento, in ordine all’inverosimile tentativo di attribuire a questo Ufficio responsabilità che non possono che ravvisarsi unicamente a carico di Comune e Provincia, nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali, si fa rilevare che la frana di maggiore consistenza, verificatasi al Km 5+500 della S.P. 82, non ricade in area sottoposta a tutela paesaggistica, e dunque, i relativi lavori di ripristino e consolidamento non soggetti al preventivo rilascio di autorizzazione  e del relativo parere vincolante di quest’Ufficio, e pertanto avrebbero potuto essere già eseguiti. Ciò premesso ritenendo che le accuse rivolte, oltre che infondate siano gravosamente offensive e diffamatorie, si comunica che sarà intrapresa ogni azione che valga a tutelare l’immagine, il decoro e l’onorabilità di questo Ufficio  e dei suoi funzionari”.

LEGGI IL DOCUMENTO INTEGRALE 

SANTA MARINA – Riscontro Nota Sindaco C.d.S. 11_09_13 Interventi S.P. 82 (23530_13)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#