Capitale europea della cultura 2019: il Vallo di Diano e Cilento si candidano

Il Vallo di Diano e il Cilento insieme come “città diffusa” si candidano a diventare per l’Italia Capitale europea della cultura per l’anno 2019. Nato nel 1985 il titolo di Capitale europea della cultura viene assegnato alla città che meglio rappresenta la ricchezza della diversità della cultura europea e che propone un programma di lavori ed eventi lungo un anno mirato alla valorizzazione delle tradizioni europee e all’integrazione dei cittadini provenienti dalle diverse aree del continente. Al Ministero dei beni culturali sono arrivate 21 candidature, tra queste due della campania: Caserta e la cosìdetta “città diffusa” del Vallo di Diano e Cilento. Tra queste città soltanto una rappresenterà l’Italia nel 2019 assieme ad una città della Bulgaria. Per l’Italia vi sarà una selezione che verrà effettuata da una giuria costituita da rappresentanti delle istituzioni europee e del Ministero dei beni culturali. Verranno valutati i programmi che le città candidate presenteranno e verrano ascoltati i rappresentanti delle città stesse in diverse audizioni. Solo nel 2014 sapremo se la nostra “città diffusa” e i suoi rappresentanti saranno stati in grado di presentare un programma culturale con dimensione europea migliore degli altri. L’essere insignita del titolo di “Capitale europea della cultura” e attuare il programma di lavoro proposto rappresenterebbe per il nostro territorio un’occasione unica per elevare il proprio profilo internazionale, ricevere visibilità e incrementare il turismo locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *