Progetto “Viva!”: ieri, a Sant’Arsenio, giornata conclusiva della campagna di sensibilizzazione.

Si è concluso ieri, a Sant’Arsenio, il progetto “Viva!”la settimana, itinerante, di sensibilizzazione dedicata all’arresto cardiaco, con lo scopo di migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini e degli operatori sanitari alla rianimazione cardiopolmonare. Nel territorio del Vallo Di Diano, la campagna di sensibilizzazione, è stata curata dall’Ipasvi, la Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari e Vigilatrici d’infanzia e nello specifico la giornata di ieri ha visto anche la collaborazione della Croce Rossa Italiana, sezione di Sant’Arsenio e della FIALS. I cittadini hanno avuto la possibilità di assistere a dimostrazioni ed imparare a salvare una vita umana, attraverso ad esempio  la pratica del massaggio cardiaco e con dimostrazioni pratiche in merito all’utilizzo del defibrillatore. Proprio questo strumento è stato donato dall’IPASVI agli istituti d’istruzione superiore e alla scuola media del paese, che contano una popolazione studentesca di circa 1800 unità. In rappresentazione delle scuole il dirigente scolastico, Cono Alberto Rossi,  il quale ha annunciato l’imminente avvio di corsi, negli istituti da lui diretti, e curati dai rappresentanti dell’IPASVI, volti all’insegnamento di un corretto utilizzo del defibrillatore, che più volte è riuscito a salvare la vita a persone colpite da arresto cardiaco.  Presso gli stand allestiti in piazza a Sant’Arsenio, inoltre, è stato possibile effettuare la misurazione della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, del tasso glicemico ed acquisire tutte le informazioni e le nozioni primarie relative all’arresto cardiaco e alle sue conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#