Salerno: elezioni Pd, si temono i voti del centro destra, Valiante accusa Annunziata

Nelle elezioni per la segretaria provinciale del PD salernitano il clima è sempre più rovente. Quella tranquillità tanto desiderata alla vigilia del voto da Landolfi, Pedace e Annunziata (i concorrenti alla segretaria) è solo un lontano ricordo di buone intenzioni deluse subito, nei primi giorni della lunga maratona elettorale che, fino al 3 novembre, interesserà tutti i circoli Pd della provincia. Ai corsi, ricorsi, alle denunce di brogli e falsi tesseramenti che stanno inondando la commissione elettorale del Pd, vanno aggiunti ora anche i timori di una partecipazione al voto di amministratori del centro destra a sostegno di uno dei candidati. Queste ultime preoccupazioni sembrerebbero al centro delle accuse lanciate dal consigliere regionale Gianfranco Valiante a Sergio Annunziata, candidato alla segreteria provinciale, che avrebbe partecipato ad un incontro a Baronissi sul trasferimento del Saut locale, organizzato dal sindaco di centrodestra Moscatiello. “Nulla da obiettare se quella presenza fosse stata magari riconducibile ad un ruolo istituzionale (Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ASL) che però il candidato aspirante alla segreteria provinciale del partito Democratico non ha purtroppo più non essendo più Sindaco del suo Comune- ha dichiarato Valiante – Quella presenza di ieri è un atto tre volte grave: per l’ASL, per il PD –alle prese con un delicato passaggio congressuale – e per i cittadini che, in questo modo, vengono soltanto strumentalizzati in nome di una politica che non condividiamo”. Dura la risposta di Annunziata che sulla sanità accusa Valiante di “non esser riuscito a far convocare un consiglio regionale ad hoc” affermando che “mentre loro discutono io vado avanti con proposte operative come quella per la seconda Asl di Salerno” che proprio in questi giorni Annunziata ha presentato alla stampa locale, proposta che a onor del vero è stata già fatta al presidente della regione Caldoro dal consigliere regionale Giovanni Fortunato qualche giorno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#