Banca Monte Pruno: grande partecipazione per il 10°anniversario dell’incontro con i Roscignoli del Triveneto

È stato un weekend ricco di emozioni e piacevoli sorprese quello vissuto da tanti Roscignoli e dai vertici della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino, che hanno partecipato al consueto appuntamento con i Roscignoli che vivono nel Nord Italia a Vicenza. Si è trattato, infatti, del 10°anno in cui viene organizzato questo importante appuntamento, nato dall’idea di mantenere vivo, nonostante la lontananza, il forte legame tra i Roscignoli e la loro terra. Oltre ai tantissimi Roscignoli presenti, hanno partecipato, in rappresentanza della Banca Monte Pruno, il Vice-Presidente Antonio Ciniello ed il Direttore Generale Michele Albanese che, insieme al Sindaco di Roscigno Armando Mazzei, non hanno voluto far mancare il loro sostegno e la loro presenza in questo evento così sentito dell’intera comunità.  Ancora una volta lo sforzo organizzativo è stato compiuto dagli instancabili fratelli Carmelo e Rocco Lorenzo, i quali con la medesima allegria del primo incontro, ogni anno, si impegnano per la buona riuscita di questo incontro.

La giornata di sabato è stata dedicata ai saluti ed ad una visita nel territorio vicentino, grazie alla presenza di tante persone disponibili e felici di ospitare la comunità di Roscigno. La domenica, invece, si è aperta con un’emozionante funzione religione presso la Chiesa di San Pio X, dove vi è stato un gemellaggio tra i Roscignoli del Triveneto ed una comunità nigeriana di Vicenza, momento nel quale è stato realizzato un interessantissimo scambio culturale. La celebrazione è stata tenuta dal parroco nigeriano Don Stefano, il quale oltre a ringraziare i Roscignoli per mantenere vivo questo bellissimo rapporto con la loro terra e le loro origini, ha voluto, all’interno dell’omelia, lanciare dei bellissimi messaggi su valori forti come l’amicizia, lo stare insieme, l’unione, la famiglia. Grande attenzione da parte di Don Stefano è stata riservata al concetto della pace, fortificato dalla presenza delle due comunità, unite nella fede e nella preghiera. Durante la funzione tutti hanno avuto la possibilità di pregare dinnanzi la Statua del Santo Patrono di Roscigno, San Rocco, donata lo scorso anno dalla Banca Monte Pruno alla comunità vicentina. Nel pomeriggio, tutti i presenti, circa 200 persone tra Roscignoli residenti nel triveneto e loro congiunti arrivati da Roscigno con un autobus offerto dalla Banca Monte Pruno, hanno proseguito la giornata all’interno del Ristorante “Al Company” di Vicenza. Tra le cose da ricordare si evidenzia come il più piccolo partecipante aveva solo 15 giorni, mentre il più anziano ben 90 anni, il tutto a conferma di un progetto senza età, che ha ancora tanto da raccontare. Alla fine della serata con il taglio della torta, sono state consegnate due targhe offerte dalla Banca ai fratelli Rocco e Carmelo Lorenzo, per tutto l’impegno profuso in questi primi 10 anni di incontri nel Triveneto; mentre tutti i presenti hanno ricevuto un gagliardetto celebrativo con le immagini di San Rocco, di Roscigno ed il logo della Banca insieme ad una poesia scritta da emigranti di Roscigno sul tema dell’emigrazione. Tutti i Roscignoli intervenuti durante le giornate hanno ringraziato la Banca Monte Pruno per questo ruolo così importante che sta svolgendo per loro e per tutti coloro che vivono lontani dalla loro terra. Grande soddisfazione è stata espressa dai vertici aziendali che hanno partecipato all’appuntamento: “Nonostante la lontananza, ogni anno, è un’esperienza unica che ti apre il cuore e che ti fa capire com’è importante mantenere vivo questo legame con tanti amici di Roscigno che vivono nel nord Italia. Siamo convinti che in questo modo tutti continueranno a portare nel cuore la loro terra ma, soprattutto, tutti avranno la voglia, non appena possibile, di ritornare e rivivere il territorio. Anche quest’anno si può affermare che si tratta di una missione compiuta, dove i concetti di legame, unione, rete e territorio hanno confermato il buon lavoro fatto dalla Banca”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#