Paestum (SA): area archeologica rivive con la Borsa Mediterranea del Turismo. Interviste.

Presentata la XVI edizione della Borsa Mediterranea del turismo archeologico che si terrà a Paestum dal 14 al 17 novembre. “Portiamo la Borsa nel suo habitat, creando una suggestione forte perfettamente in linea con l’impostazione dell’attuale governo, che ha accorpato le deleghe ai Beni culturali e al Turismo in un unico ministero”, così Ugo Picarelli, ideatore e direttore dell’evento, spiega la decisione di trasferire la XVI edizione della manifestazione dentro le mura dell’area archeologica di Paestum. Il cuore della Borsa pulserà proprio nel Parco Archeologico con circa duecento espositori e 50 tra archeoincontri, dibattiti e conferenze revisti, con 300 relatori. Il meglio dell’archeologia mondiale, dalle più recenti scoperte ai siti più celebrati, sarà in mostra a due passi dal Tempio di Cerere. Quest’anno al workshop, ospitato per la prima volta nel prestigioso Museo Archeologico Nazionale, saranno presenti i cinque migliori tour operator d’Europa affinché si consolidi un mercato, quello dell’Europa del Nord, sempre più orientato su siti non italiani. “Con la Borsa di Paestum – dichiara Picarelli – cerchiamo di dare un contributo alla ripresa del processo di fidelizzazione con il nostro Paese”. Tra le tante novità, un più approfondito approccio alle tecnologie digitali. All’appuntamento con ArcheoVirtual, mostra si affiancherà ArcheoBlog, primo incontro nazionale tra tutti i bloggers esperti di archeologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *