Sport: l’Associazione Bocciofila Casalbuono, campione regionale della Basilicata di 4° categoria “D”.

Con la vittoria  di sabato 9 novembre scorso sulla corazzata  Montereale di Potenza, con il netto punteggio di2 a 0, (singolo1 a1, doppio2 a0 e Terna2 a0 ) la squadra di Bocciofila Casalbuono si aggiudica, per il secondo anno consecutivo, il campionato di 4° categoria serie “D”. L’Associazione Bocciofila con sede a Casalbuono, rappresentata dal presidente Alfonso Consalvo, nata tra il 2010 e il 2011, dalla passione di un gruppo di amatori delle bocce, ha vinto gli ultimi due campionati (2012 e 2013) Regionali della Basilicata, sia della categoria  “C” che della categoria “D”. L’associazione vede tesserati, atleti (in totale 30 associati) provenienti da tutte le parti del Vallo di Diano in particolare da Sassano, Teggiano, Monte San Giacomo, Sala Consilina, Padula, San Rufo, Montesano e Buonabitacolo, ma la squadra annovera, anche tesserati proveniente dal Cilento, Alburni e Golfo di Policastro. La bravura e la validità del giovane team valdianese è confermata e dimostrata, ottenendo un ottimo piazzamento, dalla partecipazione ai campionati nazionali Italiani, che si sono svolti a Settembre scorso a Brescia, con i due atleti bocciofili Mario Luzzi di Padula e Demetrio Romanelli di Sassano, inseriti nella categoria  “D” specialità coppia, che hanno sfidato le migliori compagini italiane. «L’impegno, per il nuovo anno, resta, soprattutto, quello di un più concreto rilancio dell’attività bocciofila sul territorio a Sud di Salerno, in particolare a livello giovanile. Non a caso stiamo già, comunque, perseguendo un dettagliato ed attento disegno per una ripartenza a livello scolastico col coinvolgimento  del settore scolastico sia per la scuola  primaria e sia per quella secondaria», hanno evidenziato i Direttori Tecnici e il Presidente Consalvo. L’Associazione Bocciofila casalbuonese si sta preparando anche per il campionato regionale Lucano di 3° categoria “C”  con il sostegno ed il contributo della BCC Monte Pruno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#