Vallo della Lucania (SA): scoperto dalla Forestale un bracconiere nel Parco del Cilento.

   

Fermato per bracconaggio un uomo nel comune di Casalvelino colto in flagranza di reato dalla guardia forestale mentre sparava col fucile in un’area protetta del Parco Nazionale del Cilento. Le pattuglie del Corpo Forestale, durante un servizio mirato alla repressione di caccia di frodo nell’area protetta del Parco, uditi i colpi, hanno individuato l’uomo che con un fucile automatico, aveva abbattutto diversi esemplari di volatili. A tutt’oggi, l’attività di contrasto al bracconaggio posta in essere dagli uomini del Corpo Forestale del C.T.A. di Vallo della Lucania, diretti dal V.Q.A. Fernando Sileo, ha consentito di accertare diversi illeciti di natura penale e amministrativa. In esito alle predette attività, sono stati denunciati e indagati due persone, sequestrati due fucili, diverse munizioni, e alcuni esemplari di fauna selvatica e numerosi strumenti di caccia vietati tra cui lacci, cappi d’acciaio, gabbie, altoparlanti, batterie e zaino.  La caccia di frodo all’interno dell’Area Parco causa gravi impatti sull’ambiente e sull’avifauna dal momento che colpisce anche specie molto rare e in via di estinzione, che in questo periodo arrivano dal nord Europa e attraversano il nostro Paese per andare a svernare in Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *