Strade e scuole provincia di Salerno: Cirielli (FDI) “Presenterò mozione in Parlamento”.

«Da due anni i Governi centrali, prima Monti e oggi Letta, sostengono manovre economiche contro gli Enti locali e, in particolare, contro le Province con tagli scellerati che rendono impossibile un’adeguata e giusta manutenzione delle strade provinciali, oltre alla messa in sicurezza delle stesse e degli Istituti scolastici». Lo dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia.

«Il Governo sta abbandonando i territori – spiega – ed è paradossale che esponenti dell’Esecutivo abbiano il coraggio di attaccare quegli Enti locali affamati dallo stesso Governo di cui fanno parte. I parlamentari, anziché lasciarsi andare a polemiche strumentali, dovrebbero impegnarsi di più e cercare di risolvere i problemi. Da parlamentare di maggioranza, nella scorsa legislatura, ho contribuito a far arrivare 40 milioni di euro per le alluvioni del 2010».

«Gli Enti locali – sottolinea Cirielli – certamente non stampano carta moneta. La Provincia di Salerno, dopo aver messo fine agli sprechi delle precedenti amministrazioni di centrosinistra e aver restituito una realtà sana e trasparente ai cittadini, ha subito un taglio abnorme di risorse. I trasferimenti erariali sono passati dai 50 milioni di euro del 2010 e a 6 milioni e mezzo del 2013. E’ evidente, pertanto, che i soldi che non si hanno, non si possono spendere e, nonostante questo, con grande sacrificio, si sta facendo il possibile per garantire i servizi».

«Presenterò – conclude Cirielli – una mozione parlamentare per chiedere un monitoraggio della situazione in cui versano strade e scuole della provincia di Salerno con l’obiettivo di verificare se le risorse erogate dal Governo Letta siano sufficienti per garantire questi servizi di competenza provinciale. Nel frattempo, l’auspicio è che l’intera classe parlamentare del territorio dimostri di tenere davvero alla propria terra, non finga di non conoscere qual è la realtà e si impegni per dare risposte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#