Trasporti, Cuozzo: “La Provincia garantisce il pagamento degli stipendi e delle tredicesime ai dipendenti delle aziende di trasporto”.

“Nonostante il Governo centrale continui a massacrare le Province, la Provincia di Salerno punta sul trasporto pubblico locale e sopperisce alle carenze di risorse, dando la possibilità agli operatori del settore di garantire un Natale dignitoso ai lavoratori e una continuità nell’erogazione dei servizi”. Così, l’assessore provinciale ai Trasporti, Michele Cuozzo, a seguito della delibera di Giunta odierna, relativa all’ autorizzazione, in termini di cassa, dell’anticipazione dei pagamenti, in favore di tutte le aziende private in contratto con l’Ente, per i servizi di trasporto pubblico locale effettuati nel mese di settembre 2013. “Con la delibera di Giunta di oggi- continua- un provvedimento più unico che raro, in un momento di ristrettezza economica dove gli Enti devono combattere con il patto di stabilità e con i tagli indiscriminati, abbiamo anticipato con fondi dell’Ente le risorse per il pagamento dei servizi effettuati dalle aziende di trasporto nel salernitano”. “In un momento di crisi- sottolinea- dove molte famiglie non riescono ad arrivare alla fine del mese, la politica deve dare una risposta tangibile alle necessità del territorio; la Provincia si è caricata di un onere economico che non le competeva. Un sacrificio dovuto, perché al di là dei proclami, la risoluzione dei problemi economici dei lavoratori del comparto, unitamente all’efficienza dei servizi, sono la ragione dell’impegno di questa Amministrazione provinciale. Fatti concreti che dimostrano come la Provincia è più che mai un Ente utile e come quest’Amministrazione sia al lavoro per la crescita e lo sviluppo del territorio, ma soprattutto sia vigile nei confronti delle necessità delle fasce più deboli”. “I lavoratori e gli utenti- conclude Cuozzo- troveranno sempre nella Provincia di Salerno, un interlocutore attento che darà voce e risposta alle loro necessità”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#