Furti in abitazione ed allevamento nel Vallo. Esplode bomba carta dinanzi abitazione imprenditore. Tutto questo tra Natale e Santo Stefano.

Natale e Santo Stefano, due giorni di festa e si spera di tranquillità, sono stati invece scossi da diversi fatti di cronaca avvenuti nel territorio. Risale proprio alla notte di Natale il furto avvenuto in un’abitazione a Trinità di Sala Consilina. I soliti ignoti approfittando del fatto che i proprietari dormivano hanno fatto razzia di tutto ciò che sono riusciti a trovare nell’abitazione. L’amara scoperta dell’accaduto è toccata al figlio , tornato a casa, dopo aver passato la notte di Natale con amici.  I soliti ignoti hanno agito indisturbati, viste le festività natalizie, anche a Teggiano. Qui  la vittima è un allevatore, il quale amaramente ha scoperto il furto di ben 40 agnelli da latte. Il fatto è avvenuto in località Marza. Spostandoci verso il Cilento, invece, ancor più grave è la notizia di cronaca che riguarda l’esplosione di una bomba carta dinanzi l’abitazione di un imprenditore di Vallo della Lucania. L’uomo non si trovava nell’abitazione al momento della deflagrazione. Era uscito, infatti con la famiglia per il cenone della Vigilia di Natale.  La bomba incendiaria ha provocato danni ingenti al cancello di ingresso e alla facciata della villetta, in una zona residenziale fuori città. L’imprenditore, ascoltato a lungo dagli inquirenti, è coinvolto in un’inchiesta giudiziaria sulle sue attività di impresa. Gli investigatori, però, non escludono nulla, neanche la pista personale e familiare o relativa a persone che non hanno a che fare con il lavoro dell’imprenditore.  Sull’episodio sono in corso accertamenti a cura dei militari del reparto operativo del Comando Provinciale di Salerno, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Vallo della Lucania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#