Tribunale di Sala Consilina: la Provincia sostiene il referendum per il ripristino

“La Provincia di Salerno intende sostenere l’iniziativa referendaria per l’abrogazione della legge di Riforma della geografia Giudiziaria che ha decretato la chiusura del Tribunale di Sala Consilina e l’accorpamento con il foro di giustizia di Lagonegro”. Lo comunica il presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone. “Tale decisione -continua- scaturisce dal perdurare delle gravissime criticità denunciate dall’Avvocatura salernitana, dalle Amministrazioni locali, dai cittadini, e fatte proprie dalla proposta referendaria, per far fronte alla paralisi dell’attività giudiziaria nei territori dei Distretti della Corte di Appello di Salerno, in particolare in quello del comprensorio del Vallo di Diano e Bussento. “L’Amministrazione provinciale- sottolinea- come ha mostrato fin dall’inizio con una delibera del Consiglio provinciale votata all’unanimità contro la soppressione del presidio salese,  è pronta a sostenere la proposta referendaria per l’abrogazione delle norme relative alla geografia giudiziaria che hanno decretato il ridimensionamento delle strutture presenti nel territorio salernitano. Il mio invito è quello di una collaborazione tra Istituzioni e parti sociali per salvare il Tribunale di Sala Consilina,  evitando qualsiasi strumentalizzazione, in vista di una battaglia di civiltà che punti  ad eliminare la legge che ha disposto il taglio del prestigioso presidio, gravemente penalizzante per il diritto all’accesso alla giustizia dei cittadini salernitani”- conclude Iannone.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *