Polla (SA): il Vescovo Mons. Antonio De Luca firma per la petizione a favore del Comitato “Pro Angelo Rosciano”

In occasione di un pubblico incontro tenutosi presso l'”Ex Libris Cafè”  di Polla, Sua Eccellenza Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, ha sottoscritto la petizione a favore del Comitato “Pro Angelo Rosciano”,il detenuto del carcere di Poggioreale, costretto a scontare la sua pena in una piccola cella e affetto da gravi problemi di salute. La famiglia Rosciano come si ricorderà, ha lanciato un appello alla popolazione del Vallo di Diano e si è rivolta anche al Capo dello Stato e al Ministro della Giustizia per chiedere un intervento immediato, che possa consentire ad Angelo Rosciano di scontare la pena agli arresti domiciliari. La firma è avvenuta ieri sera all’“Ex Libris CAfè” di Michele Gentile, alla conclusione dell’incontro dal titolo “la Fede tra un Caffè”… e dibattiti con una folta schiera di giovani, intellettuali e gente comune interessato all’incontro dal forte contenuto religioso ma anche laico. Il Vescovo ieri sera ha parlato di diverse tematiche legate al Vallo di Diano e ai 41 paesi della Diocesi da lui guidata. ““Bisogna dare un criterio di autenticità e di lealtà al giorno d’oggi per rassicurare i giovani e renderli protagonisti di un futuro migliore”- parole di Mons. De Luca sull’analisi del presente e delle problematiche del Vallo di Diano. Un territorio, per De Luca, depredato della sua vocazione naturale. “E’ stata introdotta la cultura privata dell’indennizzo”- queste le osservazioni di Sua Eccellenza che non ha nascosto la volontà di scrivere eventualmente un libro dopo due anni e tre inverni dal suo insediamento. Una chiesa vicina alla gente e la gente vicina alla chiesa, punto di riferimento per tanti fedeli che non hanno perso la speranza.

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fusco antonio ha detto:

    questo vescovo che sembra particolarmente sensibile ai beni mondani,vista anche la gente che lo supporta e accompagna spero abbia offerto qualcosa di tangibile invece che solo una misera firmetta tanto per fare la foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#