Sanità: più fondi alla Regione Campania. Caldoro annuncia importanti azioni

La regione Campania è pronta ad intraprendere un’azione legale per tutelare la sanità pubblica. Persino davanti alla corte di giustizi europea. L’intenzione è stata presa dal governatore Caldoro che potrebbe impugnare la legge 662 del 23 dicembre 1996 sulla razionalizzazione della finanza pubblica), nella parte riguardante la sanità e la finanza locale. I parametri a cui si fa riferimento per la ripartizione dei fondi assegnati dallo Stato, sono la popolazione residente, frequenza dei consumi sanitari per età e per sesso e tasso di mortalità. La regione Campania è infatti la più giovane d’Italia e necessiterebbe di meno fondi rispetto alle altre. Un criterio che viene contestato anche in virtù dei solleciti dei consiglieri regionali, che presentarono nei giorni scorsi un ordine del giorno, in cui chiedevano allo stesso Caldoro di rivedere i finanziamenti disposti dal Governo alle regioni. Il caso era stato sollevato dopo la pubblicazione del bilancio di previsione 2014 dell’ASL Salerno, con un disavanzo di 22 milioni di euro. Un risultato negativo che secondo Squillante è dovuto ai mancati trasferimenti , che se fossero stati ripartiti come nel 2011, avrebbero portato un utile pari a 4 milioni di euro.  “In Campania abbiamo avviato un percorso virtuoso nella sanità.” Così il presidente della Regione Stefano Caldoro. “Non nascondiamo – aggiunge il presidente – i problemi e le difficoltà. Con meno risorse e con meno personale è evidente che tutto diventa più difficile. Senza voler nascondere i problemi, che sono strutturali e legati ai mancati trasferimenti statali per circa 400 milioni, noi proviamo a fare la stessa sanità che fanno altre Regioni. Con 70 euro a testa in meno per ogni cittadino e avendo azzerato un disavanzo di 800 milioni. “C’è una legge dello Stato, sulla ripartizione del fondo sanitario, che non viene rispettata. Continuo la battaglia perché la norma venga applicata pienamente”, conclude Caldoro. Intanto dalla provincia di Salerno, non mancano polemiche e attacchi frontali a Caldoro sulla gestione sanitaria. Anche oggi, il Sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, con una lettera aperta si chiede quali strategie intendi adottare la Regione per rilanciare il comparto sanitario e soprattutto perché solo Agropoli è stata sacrificata, con il ridimensionamento dell’Ospedale Civile a PSAUT.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#