Strade provinciali in dissesto: Cgil promuove un corteo, la Cisl chiede l’esercito

Le frane e gli smottamenti verificate sulle strade provinciali nel Cilento e nel Vallo di Diano, a causa delle piogge incessanti di questi giorni, hanno solo amplificato uno stato di emergenza perenne. Sono necessari degli interventi urgenti. Ma se la Cgil lancia una mobilitazione dal basso al fine di promuovere un grande corteo a Salerno per il prossimo 4 febbraio, la Cisl invoca l’esercito. “Per l’emergenza delle strade in Provincia di Salerno è necessario l’intervento del Governo ed anche di uomini e mezzi dell’Esercito – afferma il segretario generale della Cisl di Salerno Matteo Buono – E’ oramai inutile invocare la responsabilità delle amministrazioni locali che, alle prese con enormi difficoltà finanziarie, non hanno più risorse per intervenire in aiuto delle popolazioni della parte meridionale della nostra provincia”. “La drammaticità della situazione che si è venuta a creare nelle ultime ore – continua Buono – richiede un intervento straordinario e fuori da ogni normale procedura. Le casse delle amministrazioni locali sono vuote e non è possibile ipotizzare, per risolvere in tempi rapidi l’emergenza, un ricorso a procedimenti amministrativi ordinari. I fatti di questi giorni ripropongono anche la necessità di valutare, con grande attenzione, la programmazione di collegamenti alternativi a quelli su strada che, oggi, rappresentano l’unica maniera per raggiungere alcune località della nostra provincia”. Dall’altro lato Maria di Serio, segretaria generale della Cgil Salerno, scende in campo al fianco delle popolazioni cilentane da settimane costrette a convivere con i disagi causati dalle frane e dal dissesto idrogeologico di quel territorio. “La gente del Cilento e del Vallo di Diano – continua la segretaria – sta rinunciando ad una vita normale e questo è inaccettabile. Si penalizzano zone e persone che già pagano lo scotto di vivere in aree interne, troppo spesso malservite dai mezzi di trasporto ed ora addirittura isolate. Il dissesto idrogeologico è la punta dell’iceberg di un discorso molto più ampio figlio dell’abbandono politico cui sono state destinate queste zone. Non c’è alcun ragionamento in atto né congruenza di vedute e idee da parte della Provincia e della Regione”. La Cgil promuove per il 4 Febbraio un corteo a Salerno, l’appuntamento è alle 9.30 in Piazza Vittorio Veneto. Da lì sfileremo fino a Piazza Amendola, sede della Prefettura.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#