Fiume Tanagro: passano 20 anni, ma non cambia nulla. I rischi denunciati, sempre gli stessi

roccogiuliano POLLA
roccogiuliano POLLA

  IL DOCUMENTO DATATO 9 NOVEMBRE 1994

  IL DOCUMENTO DATATO 29 GENNAIO 2014

Sono passati giusto 20 anni. Ma la storia è sempre la stessa anzi in questo caso si ripete. Il documento che vi stiamo mostrando è datato 9 novembre 1994. In questo documento a firma del Sindaco di Polla, Rocco Giuliano, l’oggetto è :  sistemazione del fossato Maltempo e della vasca Fiume Tanagro. Sostanzialmente la stessa richiesta che il primo cittadino ha avanzato  lo scorso 29 gennaio, nella quale, per l’appunto, vengono sollecitati interventi urgenti per il tratto urbano del Fiume Tanagro. Nella richiesta di 20 anni fa, l’incipit metteva in evidenza “il pericolo incombente e minaccioso per la pubblica incolumità a causa della carente regimentazione delle acque del fiume Tanagro”. Da ricordare è lo straripamento delle acque, avvenuto nel dicembre del 1993, che provocò l’inondazione di campi ed abitazioni. “Il pericolo scriveva Giuliano, si ripete periodicamente con cadenza annuale”, proprio come sta succedendo negli ultimi anni, a causa allora come ora,  “delle grosse difficoltà di deflusso delle acque in quanto il fiume a partire dal ponte romano e fino al Fossato Maltempo si restringe e crea una vera e propria strozzatura. “La situazione, continuava il primo cittadino, si è aggravata a causa dell’esecuzione errata dei lavori di bonifica del Vallo di Diano” . Il documento, si conclude, anche in questo caso, allora come oggi, con l’auspicio del Sindaco Giuliano in un intervento repentino delle autorità competenti  per rimuovere il rischio che incombe sul centro abitato di Polla. E’ il caso di dirlo, in termini appropriati … siamo proprio alla deriva!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *