Vicenda Tanagro: il Sindaco Giuliano “Le mie parole fraintese”

L’articolo in cui il sottoscritto sollecita interventi urgenti nel tratto urbano del fiume Tanagro, riportato da molti organi di stampa, tra cui Italia2, voleva essere ed è un richiamo forte al Genio Civile ed alla Regione Campania, sordi da oltre vent’anni ai nostri appelli. Ed invece, grazie alla strumentalizzazione utilizzata da testate giornalistiche che non conoscono il territorio e da giornalisti che , senza tener conto del bene comune si dilettano a generare polemiche scendendo anche sul piano personale, ritengono di prendere di mira chi da vent’anni denuncia lo stato di abbandono del Tanagro. Certo, la denuncia è la stessa che feci nel 1994 anche se il contenuto è diverso e, purtroppo, non è stato volutamente interpretato nella giusta misura che mirava, invece, a richiamare alle proprie responsabilità gli enti tenuti a realizzare i lavori. Ed invece quella stampa che non ha voluto perdere occasione per denigrarmi senza conoscere fatti e persone, anziché unirsi nella denuncia per favorire un intervento vitale nel Vallo di Diano, se la prende contro chi questo territorio intende difenderlo e proteggerlo fino alla morte. Azioni, queste, che non aiutano il nostro territorio, perché le polemiche non portano da nessuna parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *